Percorso:ANSA > In Viaggio > News > La vacanza comincia su Internet

La vacanza comincia su Internet

Web strategico per i viaggi degli italiani, secondo indagine Google-Tns

16 aprile, 16:57
FIORITURA TULIPANI A FIRENZE FIORITURA TULIPANI A FIRENZE

Complice la crisi, sempre più spesso la vacanza inizia su Internet. Il web è uno dei mezzi di pianificazione preferiti anche degli italiani che ne sfruttano siti, funzioni e servizi per organizzare le vacanze, dalla ricerca dei voli e degli hotel alla prenotazione degli stessi o all'acquisto di offerte con i coupon online. Lo dimostra anche un'indagine di Google, realizzata da Tns, secondo la quale il 76% degli internauti italiani intervistati è andato in vacanza nel 2012 grazie al web, usandolo prima e durante il viaggio, mentre il 36% ha effettuato le ricerche tramite smartphone una volta a destinazione.

Fra le principali motivazioni che spingono i turisti a rivolgersi a internet per spostarsi c'è quella del risparmio. Il prezzo viene infatti citato dagli intervistati come il fattore più importante nella scelta di un viaggio tramite servizi online (86%), seguito dalla possibilità di crearsi personalmente la vacanza (55%) e dalla credibilità e affidabilità del tour operator, del fornitore o del sito web consultato (53%).

Il web, in base alle interviste online realizzate su un campione di tremila internauti italiani, risulta lo strumento più utilizzato per cercare l'ispirazione per un viaggio: quasi la metà degli interpellati ha dichiarato di aver pensato alla destinazione grazie alla rete o perché ha trovato un'offerta online (26%), oppure ancora perché ha visto foto e letto esperienze sui social network (22%). Il 16% ha detto di essersi ispirato alle notizie lette sui siti di recensioni di viaggi. Ma anche dopo la scelta della destinazione il web viene in aiuto ai viaggiatori: gli italiani si rivolgono a portali specializzati per pianificare la vacanza in ogni dettaglio. Oltre il 75% utilizza il web come canale per cercare informazioni più approfondite, mentre oltre il 70% continua ad effettuare ricerche sul web anche una volta raggiunta la propria meta. In particolare i turisti più giovani che anche fuori casa cercano informazioni turistiche con pc e tablet (50%) e con gli smartphone (36%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA