Percorso:ANSA > In Viaggio > News > Costa Smeralda non conosce crisi

Costa Smeralda non conosce crisi

Scalo aereo Olbia +3% in giugno mentre alberghi in maggio +5%

07 luglio, 14:02
Una veduta di una spiaggia di Porto Cervo Una veduta di una spiaggia di Porto Cervo

OLBIA - La costa Smeralda non sembra soffrire la crisi. Nel primo fine settimana di luglio nel Nord della Sardegna sono buoni gli arrivi, soprattutto a Porto Cervo e Porto Rotondo dove, in occasione del 50/o anniversario, è previsto un programma di festeggiamenti. Tra gli appuntamenti più attesi il concerto di Elton John il 16 luglio al Cala Volpe. Era il 1962 infatti quando il Principe Karim Aga Khan si innamorò della zona e la elesse a rifugio dei vip trasformando il lungo e selvaggio tratto di costa grazie all'aiuto dei migliori architetti dell'epoca: Luigi Vietti, Jacques Couelle e Michele Busiri Vici. Ai primi alberghi, l'Hotel Cervo e l'Hotel Cala di Volpe, si aggiunsero il Pitrizza e il Romazzino, insieme alla yacht club e al Pevero golf. In Costa Smeralda i mesi di maggio e giugno hanno registrato un incremento delle presenze, e dopo una piccola contrazione dei mesi invernali l'aeroporto di Olbia-Costa Smeralda ha ripreso a macinare numeri: in giugno incremento del 3% rispetto all'anno scorso, con 250.000 passeggeri (+15% per il mercato internazionale). Fra i turisti che maggiormente scelgono la Gallura e fanno scalo in Costa Smeralda in prima fila ci sono i tedeschi, seguiti da francesi, austriaci e svizzeri. Sono invece 26 le navi che transitano giornalmente nel porto Isola Bianca di Olbia e in quello di Golfo Aranci.

"Maggio è stato un buon inizio di stagione per i nostri quattro alberghi - ha spiegato Franco Mulas, Area Manager Costa Smeralda - grazie a diversi eventi straordinari che ci hanno permesso di ottenere risultati in crescita del 16,5% in termini di camere occupate, con un incremento di oltre cinque punti percentuali di occupazione rispetto al 2011 e dell'8% sul fatturato complessivo. Giugno ha confermato i dati della scorsa stagione, mentre il trend per luglio e agosto è molto 'last minute', per cui è difficile fare previsioni certe per questi mesi. Eventi internazionali - ha concluso il manager Starwood - come gli Europei, le Olimpiadi e il Ramadan, dal 20 luglio al 20 agosto, stanno facendo slittare le prenotazioni a settembre che si sta preannunciando in maniera positiva". E da oggi ad Olbia è aperto il primo ufficio turistico di promozione e di riferimento per il comparto turistico-alberghiero. "Se i turisti italiani sono in calo gli stranieri sono in netto aumento", ha detto l'assessore del turismo di Olbia, Marco Vargiu.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA