Percorso:ANSA > In Viaggio > News > I riti pasquali nel mondo

I riti pasquali nel mondo

Le principali tradizioni e consuetudini, non solo nel mondo cattolico

29 marzo, 18:03
Pasqua nel mondo: uova di Pasqua dipinte a mano Pasqua nel mondo: uova di Pasqua dipinte a mano

 (di Ida Bini)
Tutto il mondo cristiano l’8 e il 9 aprile celebra  il rito pasquale. La ricorrenza ha molte similitudini, ma anche differenze, con quella ebraica che celebra la liberazione degli Ebrei dall’Egitto grazie a Mosè e l’inizio di una nuova vita verso la terra promessa: Pèsach, Pasqua, in ebraico significa passaggio e difatti anche i cristiani considerano la festa un passaggio dalla morte alla vita, una resurrezione.

In Israele durante la festa, che dura sette giorni, gli ebrei ortodossi ripercorrono le tappe della Via Crucis e si astengono dal consumare pane lievitato, che sostituiscono con il pane azzimo. Inoltre preparano e consumano i pasti con stoviglie riservate solo a quella ricorrenza.

In Spagna le celebrazioni della Settimana Santa hanno una forte connotazione spirituale e religiosa: qui sono nate le Confraternite, corporazioni di arti e mestieri, che oggi organizzano le processioni pasquali – da giovedì a domenica - di uomini incappucciati incatenati e scalzi che trasportano croci insanguinate, immagini sacre di cartapesta, stendardi e ritratti dei Santi protettori lungo le strade e nelle piazze dei centri urbani. I festeggiamenti in tutto il Paese meritano di essere conosciuti per la partecipazione popolare, per la spettacolarità dei costumi e la teatralità delle celebrazioni.

La Pasqua è la ricorrenza di gran lunga più sentita anche in ambito cristiano-ortodosso: in Grecia la Settimana Santa si festeggia il prossimo 15 aprile, sette giorni dopo quella cristiana. Qui i fedeli accendono in chiesa una candela che portano a casa, dove onorano il giorno di Pasqua mangiando dolci, pane pasquale e la maghiritsa, una zuppa a base di interiora di agnello (che in genere consumano il sabato sera). Anche in Grecia, come in molti altri Paesi, c’è la consuetudine di regalare per Pasqua delle uova colorate e dipinte a mano, soprattutto quelle rosse, come segno di fortuna e di benessere.

In Russia si festeggia la Pasqua in famiglia recandosi al cimitero e omaggiando i cari defunti con un pasto a base di diversi tipi di carni, pesce, funghi e pane lievitato all’uovo. In alcune regioni del Paese è ancora vivo l’antico rito di bruciare il fieno o i rami vecchi rimasti sotto la neve durante l’inverno. In passato i contadini costruivano un pupazzo di paglia che simboleggiava la morte, lo bruciavano o lo buttavano nel fiume. Importante è anche il rituale scambio dell’uovo dipinto a mano e seguito da tre abbracci e baci.

Nei Paesi del Nord, in particolare in Svezia e in Finlandia, la Pasqua è strettamente legata alla primavera e assume connotazioni più folcloristiche che religiose: le bambine si vestono da streghe e distribuiscono letterine o disegni in cambio di caramelle. Fuori città si accendono i falò per tenere lontani gli spiriti del male, soprattutto nella serata di sabato. Se in Svezia si mangiano uova sode dopo averle colorate, in Finlandia il piatto preferito è il budino di segale. La domenica di Pasqua in Danimarca, dove le case vengono ornate con rami fioriti e uova dipinte, la famiglia si riunisce per un buffet freddo e ai bambini viene regalato un coniglio di cioccolato. Le case in Olanda si decorano con corone di fiori (generalmente gialli) e rami, mentre le uova dipinte si appendono agli alberi; ottimi sono i Paasbrod, panetti dolci pieni di uvetta, che si mangiano il giorno di Pasqua. In Francia c’è l’usanza di far tacere le campane delle chiese in segno di lutto fino al giorno della domenica quando riprendono a suonare e i bambini cominciano a cercare le uova di cioccolato che i genitori hanno nascosto in casa. La Germania festeggia la Pasqua con l’accensione di grandi falò mentre i contadini disperdono le ceneri negli orti come augurio propiziatorio per il raccolto. Le abitazioni vengono riccamente addobbate con uova, coniglietti e altri simboli pasquali e in questo periodo fioriscono i mercatini dove fare acquisti per decorare le tavole. Dolci e pietanze tipiche della festa sono l’agnello e l’uovo di cioccolato.

In Inghilterra, durante le festività pasquali, si fanno offerte ai poveri e si rivolgono particolari attenzioni agli anziani. In tavola, tra i dolci tipici, ci sono gli hot cross buns, piccole brioches fatte con uvetta e cannella e decorate con una croce di glassa per ricordare la passione di Cristo. Un’usanza curiosa è quella di far rotolare le uova colorate su un prato o lungo una strada fino a rompere tutti i gusci. Anche in Romania si sono sovrapposti antichi riti pagani alle celebrazioni religiose. I festeggiamenti cominciano il giovedì, giorno dei morti, quando si portano in chiesa dolci fatti con farina o con grano bollito ricoperto di zucchero e noci, vino e frutta, offerti in memoria dei defunti e poi distribuiti ai poveri. Il venerdì è il giorno della Via Crucis mentre il sabato gli uomini portano in chiesa un gallo bianco e uova colorate. La domenica terminano i festeggiamenti pasquali con una processione intorno alla chiesa principale con le candele accese in mano. Nei Paesi di forte tradizione cattolica, come in Messico, sono tantissime le rappresentazioni della Via Crucis e coinvolgenti processioni di espiazione.


Tra le più spettacolari c’è quella di Itzapalapa, borgata di Città del Messico, dove va in scena dal 1833 una drammatica rappresentazione del martirio di Gesù. Bravissimi sono gli attori ed entusiasmante è il calore della gente che assiste alle processioni. La Pasqua in Australia non è legata alla primavera ma le celebrazioni sono simili a quelle dell’Europa protestante con la presenza sulle tavole del coniglio di cioccolato, ambito dai più piccoli. Nelle esotiche Hawaii, invece, simbolo della Pasqua è soltanto l’uovo. Qui, infatti, i nativi credevano che il mondo fosse stato generato da un grande uovo e che il sole ne era il tuorlo. Oggi nei giorni di festa si organizzano vere e proprie gare di caccia all’uovo tra le piantagioni. Anche negli Stati Uniti l’uovo è il simbolo pasquale per eccellenza: lo dimostra la divertente e attesa caccia subacquea all’uovo al largo di Key West, in Florida.

 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati