Percorso:ANSA > In Viaggio > News > San Valentino: un bacio a Vienna

San Valentino: un bacio a Vienna

Sulle tracce del famoso Bacio di Klimt

13 febbraio, 14:11
Il Bacio di Klimt Il Bacio di Klimt

(Di Marzia Giglioli)

San Valentino a Vienna, sulle tracce del famoso Bacio che cambiò il mondo, il quadro che Klimt dedicò alla sua compagna e che suggellò una nuova arte, buttando all’aria il convenzionalismo dei primi anni del ‘900.

Vienna ricorda l’artista in occasione del 150° anniversario della nascita e dedica al genio del liberty tantissime mostre, rassegne, percorsi e rievocazioni Per San Valentino anche una guida che accompagna le coppie nei luoghi più romantici della città e negli angoli più suggestivi sul Danubio e ingresso gratuito al Belvedere per ammirare questa tela che da sola è già un coup de coeur.

Oppure sul tema degli innamorati inossidabili, si può seguire un itinerario dolce per scoprire il meglio dei cioccolatini viennesi, dal pasticcino floreale alla pralina esotica, andando in giro alla scoperta di laboratori trendy e piccoli luoghi cult per chi ama il cioccolato e le sue variazioni sul tema con tete a tete al sapore di cacao.(www.wien.info/it), senza dimenticare uno degli indirizzi doc, il famoso Demel, tempio indiscusso della cioccolata viennese.

Una creazione esclusiva è il pasticcino floreale dell'artista della pralina Michael Diewald. Nel suo laboratorio nel 6° distretto, questo autodidatta viennese inventa prelibatezze come i fiori di sambuco spolverato di curcuma o cioccolata ai fiori di camomilla. Diewald è anche uno studioso di aromi che si diletta a sperimentare il cioccolato con frutti di bosco, erbe aromatiche e boccioli essiccati e canditi con lo zucchero.

Nella nuova ciccolateria Xocolat si può anche imparare a fare i cioccolatini, oppure si possono ammirare i cioccolatieri al lavoro in questo laboratorio che si trova nel quartiere Servitenviertel nel 9° distretto. Qui vengono prodotti artigianalmente raffinate variazioni di tartufi e stick di cioccolato con ripieni arditi, perfino farciti con la cipolla.

Tutto all'insegna dell'atmosfera francese è invece un piccolo negozio che si chiama Fruth nel quartiere di tendenza del Naschmarkt. Nelle antiche vetrine fanno bella mostra prodotti che si annoverano tra i segreti di cioccolato più dolci di Vienna. Talvolta capita di incontrare Eduard A. Fruth, il mago di questa affascinante pasticceria, ma più spesso lo si trova a lavorare sui suoi tartufi, cioccolatini ripieni, tortine e dessert nel laboratorio sul retro. Attimi golosi davanti ad una cioccolata calda, in questo angolo da intenditori vicino al mercato di Naschmarkt .

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati