Percorso:ANSA > In Viaggio > Mondo > Turismo: Rapporto, crescono prezzi hotel nel mondo +4%

Turismo: Rapporto, crescono prezzi hotel nel mondo +4%

Secondo lo studio Hotels.com, salgono i prezzi anche in Italia

02 settembre, 15:51

(ANSA) - ROMA, 2 SET - Trovare un Hotel a buon mercato è sempre più difficile. Secondo i dati che emergono dal rapporto di Hotels.com relativi ai primi sei mesi del 2014, il prezzo medio pagato per una camera d'albergo nel mondo è cresciuto del 4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. L'Hotel Price Index si è attestato a giugno a 115, 15 punti in più di quando fu rilevato per la prima volta nel 2004 e solo 4 punti sotto al picco raggiunto nel 2007, prima dell'inizio della crisi. A trainare verso l'alto i prezzi, la ripresa dell'Europa e degli Stati Uniti insieme ai risultati record di America Latina e Caraibi, dove il costo di una stanza ha raggiunto il valore più alto dall'inizio delle serie statistiche. Nella macroarea che comprende il vecchio continente, il Medio Oriente e l'Africa l'indice è cresciuto del 5% arrivando a quota 110. Si tratta del maggior incremento da 6 anni a questa parte.
    Secondo gli analisti il dato, che pur riflette l'andamento negativo di paesi afflitti da problemi politici come Ucraina, Turchia e Egitto, è determinato da una rinnovata propensione alla spesa dei vacanzieri europei, oltre che dai segnali di ripresa che giungono da economie gravemente penalizzate dalla crisi come Grecia e Spagna. Per quanto riguarda l'Italia, il prezzo medio di una stanza è stato nella prima metà dell'anno fino a 122euro, in crescita del 7%. A guidare la classifica delle città più care si trova Capri, dove per pernottare si spendono mediamente 221 euro a notte, un dato tra i più elevati a livello mondiale. Subito dietro le mete più "esclusive" si sono confermate Positano, Bellagio, Ravello, Taormina e Amalfi. Per quanto riguarda le città d'arte la più cara è Venezia con 161 euro medi (+2%), seguita da Firenze (135 euro, +4%), Verona (135 euro, +2%) e Roma (129 euro, +1%). In Italia, che nel 2013 è stato il quinto paese più visitato a livello globale con oltre 46 milioni di presenze, a spendere di più per gli alberghi sono i turisti provenienti dal Medio Oriente che hanno sborsato mediamente 170 euro per una stanza. A seguire nella classifica dei più munifici i tailandesi, gli statunitensi, gli australiani e gli indiani. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA