Percorso:ANSA > In Viaggio > In Europa > Carnevale in Repubblica Ceca

Carnevale in Repubblica Ceca

Dallo sfarzoso Carnevale boemo di Praga alle feste genuine delle aree rurali della Moravia

23 gennaio, 19:25
Caleidoscopio di colori nel Carnevale della Repubblica Ceca (Foto: CzechTourism.com) Caleidoscopio di colori nel Carnevale della Repubblica Ceca (Foto: CzechTourism.com)

Dallo sfarzoso Carnevale boemo di Praga alle feste genuine delle aree rurali della Moravia, passando per le suggestive sfilate in maschera in cittadine-gioiello già patrimonio Unesco. In Repubblica Ceca i festeggiamenti del Carnevale coinvolgono tutta la popolazione, regalando a turisti e visitatori esperienze ricche di emozioni (www.turismoceco.it).

Poco più di un anno fa, tra l'altro, l'Unesco ha inserito nell'elenco dei suoi patrimoni mondiali anche le maschere artigianali di Hlinsko, nella regione di Pardubice, che oggi si possono ammirare nel museo all'aperto di Vesely Kopec (www.vesely-kopec.eu). Si tratta di costumi tradizionali che in oltre due secoli non hanno mutato le proprie caratteristiche (www.hlinecko.cz). Di particolare richiamo sono anche le sfilate in maschera che si svolgono ogni anno nelle cittadine Unesco della Repubblica Ceca, come Telc (www.telc.eu) o Cesky Krumlov (www.ckrumlov.info). Un'occasione in più per fare un tuffo nella storia e scoprire luoghi incantevoli.

La festa più conosciuta, e molto apprezzata anche dagli italiani che si concedono un viaggio per questa ricorrenza, resta quella del Carnevale che si celebra nella capitale. Dal 10 al 21 febbraio, la magia di una città come Praga si arricchisce di colori, suoni e profumi d'altri tempi. Il Carnevale boemo seduce anche i più restii a lasciarsi andare in balli, canti e maschere (www.carnevale.cz). Nel barocco Clam-Gallas Palac viene allestito il cosiddetto Salone del Carnevale. Un luogo in cui i visitatori hanno non solo l'opportunità di conoscere i segreti per un travestimento d'effetto, ma anche la possibilità di realizzare in prima persona il proprio costume e farlo partecipare al concorso che si tiene nella Staromestske namesti, la piazza della Città Vecchia. Con la propria creazione si può partecipare al Crystal Ball o ad altre serate di gala. Per chi non ama le sontuose feste “al chiuso”, restano sempre le passeggiate in centro allietate da maschere, figuranti, clown e saltimbanchi. Spazio anche ai più piccoli, con la festa “Amoretto”. Per tutti, alcuni ristoranti proporranno un menu carnevalesco chiamato Cuisine d'alchimiste.

Diverso tenore per il Carnevale celebrato nelle campagne. A febbraio per i contadini cechi la festa coincide con il rito dell'uccisione del maiale, per ricavarne insaccati da mangiare o vendere tutto l'anno. A tavola nei giorni del Carnevale non è insolito quindi trovare prima di tutto specialità 'robuste' a base di carne suina, mentre la festa collettiva rinnova le tradizioni di una volta. Celebrazioni di questo tipo si possono vivere nell'area di Lednice-Valtice, nella Moravia meridionale (www.lednice.cz e www.plavby-lednice.cz), oppure nella regione di Zlin, dove si trova il museo all'aperto di Roznov pod Radhostem, il più grande nel suo genere di tutta l'area mitteleuropea (www.vmp.cz). A Roznov ogni anno si organizza anche il concorso per il miglior wurstel valacco. Uccisione del maiale e Carnevale sono i protagonisti di alcuni spettacoli folkloristici anche a Strani (www.strani.cz), in Moravia orientale, e a Hustopece, in calendario il 18 febbraio (www.hustopecskymasopust.cz, alcuni dei siti web di questi eventi sono solo in ceco ma con un traduttore online messo a disposizione dal browser internet si riescono a comprendere le informazioni essenziali sull'evento).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati