Percorso:ANSA > In Viaggio > Cultura > Palazzo delle Logge a Bagnaia, gioiello segreto

Palazzo delle Logge a Bagnaia, gioiello segreto

Per la prima volta apre al pubblico in questo week end

13 giugno, 18:24

di Marzia Apice

 

Per la bellezza dei suoi ambienti e la grazia delle fontane che anticamente lo circondavano, furono in molti i cardinali che nel corso del 1500 lo scelsero come residenza estiva: si tratta del Palazzo delle Logge, un utentico gioiello del Rinascimento italiano custodito nel cuore del borgo medievale di Bagnaia (Viterbo). Un luogo solitamente inaccessibile, e per questo ancora non entrato a far parte dei circuiti turistici, che in via eccezionale è aperto al pubblico per la prima volta oggi e domani: un weekend che, data la particolarità del palazzo, si presenta come un'occasione imperdibile per gli appassionati della Tuscia e dell'arte.

 

Se solitamente è Villa Lante, con i suoi meravigliosi giardini all'italiana, ad attirare turisti a Bagnaia, piccola frazione di Viterbo situata lungo la via Francigena, di certo il Palazzo delle Logge non lascerà delusi neppure i visitatori più esigenti. Punto di forza del Palazzo sono infatti le sale magnificamente affrescate, con le pareti e i soffitti dipinti dai principali esponenti del Manierismo italiano, come Antonio Tempesta e Raffaellino da Reggio. Tra i soggetti alcune scene bibliche imponenti e altre tratte dall'Eneide, ma anche la Pianta di Roma e le vedute di Firenze, Siena e Bagnaia; e poi ancora allegorie delle stagioni, con i pannelli della semina dell'inverno e della vendemmia e i ritratti di pontefici benefattori della famiglia Gambara (tra i quali quello di Papa Paolo III Farnese), mappe geografiche, soggetti grotteschi.

 

    L'accesso, al costo di 10 euro, è possibile solo previa prenotazione ed esclusivamente prendendo parte alla visite organizzate dall'archeologo, storico dell'arte e guida turistica Marco Zanardi, che accompagnerà i visitatori anche in una passeggiata nel borgo. Gli ingressi sono regolati da turni e organizzati in gruppi di 15 persone al massimo. Nel corso del weekend, oltre a Palazzo delle Logge, a Bagnaia sono visitabili e aperti al pubblico anche altri importanti luoghi di interesse storico-culturale, tra cui Palazzo Gallo, la Chiesa di Santa Maria del Rosario e la Chiesa della Madonna della Porta, grazie alla collaborazione dell'Associazione Amici di Bagnaia. Tutte le informazioni sul sito visitarelatuscia.it.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA