Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Rinnovabili > Zingaretti, con fondi Ue lanciamo 'svolta verde'

Zingaretti, con fondi Ue lanciamo 'svolta verde'

Al lavoro su linee guida Piano energetico e distretti 'green'

22 luglio, 21:13
ROMA - ''Purtroppo abbiamo trovato tanti soldi che rischiavano di tornare a Bruxelles e sarebbe stato molto grave. Oggi mettiamo 75 milioni di euro di fondi europei su due grandi voci, imprese e Comuni, per spingerli verso la sostenibilita' ambientale, una 'svolta verde'''. Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che oggi ha presentato due bandi per la sostenibilita' ambientale e la green energy. ''E' una cifra importante - ha aggiunto - che ci auguriamo contribuisca a risollevare l'economia. Per noi è una doppia prova: utilizzare i fondi europei per lo sviluppo, non perdere risorse e soprattutto scommettere sulla green economy cioe' su un nuovo modello di sviluppo del Lazio. Lo sviluppo sostenibile - ha sottolineato il governatore - sarà uno dei pilastri della nuova programmazione.

Il vecchio modello e' superato, serve una svolta, una svolta verde, un nuovo concetto di produzione dell'energia, della valorizzazione del territorio come leva di sviluppo. Questo è fare sinergia. Per questo - ha concluso - stiamo lavorando anche sulle linee guida del Piano energetico regionale, fermo al 2001 e lavoreremo per i distretti della green economy che puntano a mutare un sistema produttivo fermo e ingolfato''.

CABINA REGIA UNICA PER FONDI UE ''Per la prima volta nella Regione Lazio ci sarà un'unica cabina di regia nella gestione dei fondi europei, sotto l'assessorato al Bilancio. La nuova squadra sarà presentata a settembre'', ha detto Zingaretti. ''Una unica cabina - ha spiegato - perché troppe volte la programmazione europea è stata vissuta in maniera parcellizzata, senza nessun coordinamento. E infatti si è visto che tante risorse rischiavano di non essere spese.

Stiamo ricostruendo la squadra che si occuperà della nuova programmazione. Ogni settore avrà uffici che seguiranno i programmi ma il Lazio avrà in Europa un solo volto, un solo programma e un solo canale di dialogo, per essere più forti.

Ovviamente rilanceremo l'ufficio di Bruxelles - ha detto ancora Zingaretti - anche grazie alla positiva notizia di avere dentro l'ufficio Lazio la presenza di Roma Capitale che aumenterà non solo il prestigio ma anche l'idea che siamo una grande squadra che vuole competere in Europa. Le risorse europee saranno le uniche vere risorse nei prossimi cinque anni - ha concluso - e quindi è importante non perdere neanche un centesimo. Vista la situazione economica - ha concluso - sarebbe una vera follia''.

A OTTOBRE AGENDA VERDE REGIONALE ''Nella seconda metà di ottobre terremo gli stati generali della Regione Lazio per lo sviluppo sostenibile, l'Agenda verde del Lazio, che dovrà essere discussa con i territori, le imprese, i sindacati, le forze produttive e sociali'' ha annunciato Zingaretti. ''Chiamiamo il territorio del Lazio a una grande riflessione e una grande sfida - ha aggiunto - utilizziamo la nuova programmazione dei fondi Ue 2014-2020 per un nuovo modello di sviluppo che dovrà partire dalla green economy e trasformare la nostra Regione, che su questo può fare tantissimo, ma c'è bisogno di tutti. Da ottobre in questa due giorni di lavoro, ascolteremo e proporremo al Lazio di cambiare tutto, così come avevamo promesso in campagna elettorale, anche su questo tema''.

Zingaretti ha spiegato che si tratterà di ''due giorni di ascolto, workshop, progetti per la costruzione di una identità sostenibile per il Lazio''. Parteciperanno tutti gli assessori che potranno dare un contributo, e l'iniziativa sarà preceduta da una campagna d'ascolto. ''Prima dell'estate - ha aggiunto il governatore - contiamo di approvare una memoria di giunta per dare le linee guida dell'Agenda verde, per poi passare alla concertazione: ci rivolgeremo a Comuni, imprese, atenei, al mondo della cultura del territorio, dell'agricoltura. A tutti coloro che vogliamo protagonisti di questa svolta ambientale''.

Inoltre, sempre prima della pausa estiva, sarà approvata la delibera sugli 'acquisti pubblici verdi'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA