Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Natura > Oltre 70 specie di squali a rischio, colpa della pesca

Oltre 70 specie di squali a rischio, colpa della pesca

Iucn, un quarto dei pesci cartilaginei è minacciato

23 gennaio, 12:57
(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Settantaquattro specie di squali sono a rischio estinzione nei prossimi decenni a causa della pesca eccessiva. L'allarme arriva dal gruppo specialistico sugli squali dell'Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn), che ha preso in esame lo stato conservazione dei pesci cartilaginei, e cioè squali, razze e chimere.

In base allo studio, pubblicato sulla rivista eLife, un quarto delle specie di pesci cartilaginei (249 su 1.041, di cui 74 squali e 107 razze) rientrano tra quelle minacciate secondo la Lista Rossa dello Iucn, che classifica animali e piante in base al loro rischio di estinzione.

''Ora sappiamo che molte specie di squali e razze, non solo gli squali bianchi, rischiano l'estinzione in tutti i mari del mondo'', spiega Nick Dulvy, co-presidente del gruppo specialistico dello Iucn. ''Non esistono dei santuari dove gli squali sono al sicuro dalla pesca eccessiva''.

Le aree in cui i pesci cartilaginei corrono più rischi sono l'Indo-Pacifico, in particolare il golfo del Siam (Thailandia), il Mar Rosso e il Mediterraneo.

''A correre il pericolo maggiore sono le specie di squali e razze più grandi, soprattutto quelle che vivono in acque relativamente poco profonde e accessibili alla pesca'', osserva Dulvy, secondo cui i pesci cartilaginei subiscono ''l'effetto combinato dello sfruttamento eccessivo, soprattutto per il lucroso mercato della zuppa di pinne di squalo, e della progressiva distruzione dell'habitat''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA