Percorso:ANSA > Ambiente&Energia > Natura > Roma, 500 euro multa a chi danneggia alberi

Roma, 500 euro multa a chi danneggia alberi

Sanzioni anche per chi attacca volantini sui tronchi

01 giugno, 20:17

(ANSA) - ROMA, 1 GIU - Divieti e sanzioni per chi danneggia o addirittura abbatte gli alberi. Questo uno dei divieti contenuti nel regolamento del verde urbano, figlio di un primo documento licenziato dalla Giunta Veltroni e ora, modificato, allo studio del Segretariato generale. Nel regolamento viene vietato l'abbattimento di alberi con una circonferenza del tronco superiore a 70 centimetri: chiunque non si attiene al divieto sara' soggetto a una sanzione che puo' arrivare fino a 500 euro.

Il documento va nella direzione della tutela del verde urbano, sia esso di alberature o piante piu' basse, fino alle aiuole stesse. Per abbattere una pianta o un albero con le caratteristiche descritte e' necessaria una domanda di autorizzazione che deve essere vagliata entro 60 giorni. Decorso questo termine la richiesta si intende come assentita. Inoltre, ad ogni abbattimento deve seguire una ripiantumazione che deve essere effettuata seguendo criteri per le specie da piantare e soprattutto per le caratteristiche dell'albero stesso.

All'articolo 6 vengono regolamentate le potature che devono avvenire nel periodo di stasi vegetativa, a meno che non si tratti dell'eliminazione di rami secchi, lesionati o affetti da patologie. Le sanzioni previste si estendono anche a chi deturpa o danneggia l'integrita' della pianta come per esempio chi attacca volantini direttamente sul tronco senza fasce di rispetto. Anche i cantieri devono rispettare il verde proteggendo alberi e piante con recinzioni o tavole di legno. Il regolamento prevede, inoltre, le tabelle con le singole distanze da linee ferroviarie, utenze aeree elettriche e di telecomunicazione e dagli impianti sotterranei. Discorso a parte per le aree di parcheggio: almeno un terzo della superficie deve essere riservata a verde mentre i parcheggi interrati dovranno avere vari strati che favoriscono l'impianto di alberi, uno impermeabile antiradice, uno drenante e uno per l'irrigazione.

L'articolo 21 disciplina, infine, la fruizione delle ville storiche e dei parchi all'interno dei quali sono consentiti solo interventi di recupero, restauro e valorizzazione. In questi luoghi chi volesse svolgere manifestazioni o eventi deve avere una preventiva autorizzazione e versare un indennizzo di 100 euro giornalieri da moltiplicare per ogni porzione di 100 metri quadrati occupati. (ANSA).

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA