Gradara

Marche

Borgo dei borghi 2018, Capitale del Medioevo, Bandiera Arancione del Touring Club e uno dei “Borghi più belli d’Italia”: la bellissima Gradara, in provincia di Pesaro-Urbino, sul confine con l’Emilia Romagna.

Il borgo è perfettamente conservato in tutta la sua bellezza, come la sua trecentesca cinta muraria - utilizzata anche come camminamento di ronda - doppia lunga 800 metri, scandita da 14 torri quadrate e merlate e dall’unica porta di accesso: Porta Firau o Torre dell’Orologio, su cui sono riportati gli stemmi delle famiglie Montefeltro, Sforza e Malatesta. 

In cima alla via principale si erge maestosa la Rocca, resa famosa dalla vicenda di Paolo e Francesca, che proprio qui ebbe la sua tragica fine. La Rocca fu edificata nel XII secolo dai Malatesta come castello-fortezza e ancora oggi presenta il ponte levatoio e il Mastio; le sale visitabili sono numerose - la Sala del Consiglio, la Camera di Francesca e la Sala delle Torture sono solo alcune - e quasi tutte abbellite e decorate da opere d’arte di grande pregio. Posta all’ingresso della Rocca si trova la Chiesa di San Giovanni Battista, edificata verso la fine del 1200 e al cui interno custodisce un meraviglioso Crocifisso che mostra tre volti diversi: silenzio, sofferenza e sollievo. Nelle vicinanze della fortezza si trova anche la Passeggiata degli innamorati, un percorso nelle verdeggianti colline in onore di Paolo e Francesca.

Da non perdere sono anche il Giardino degli Ulivi, dove è possibile ammirare ulivi secolari e un anfiteatro in pietra, e le 16 Grotte sotterranee, un tempo utilizzate come vie di fuga dal Castello, una delle quali ospita il Museo Storico: strumenti di tortura, armi medioevali e utensili della vita contadina. 

I suggeriti di ANSA ViaggiArt




Modifica consenso Cookie