Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Truffa criptovalute, trevigiani arrestati da magistratura Dubai

Truffa criptovalute, trevigiani arrestati da magistratura Dubai

Denunciati in Italia per attività della società Nft

TREVISO, 13 febbraio 2023, 13:52

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Sono stati arrestati a Dubai i trevigiani Christian Visentin ed Emanuele Giullini, indagati a Treviso e in altre sedi giudiziarie per truffa aggravata, per aver raccolto ingenti capitali da parte di centinaia di investitori prefigurando un investimento nella società a loro riferibile, New Financial Technology (Nft), attiva nella speculazione su criptovalute.
    In base a quanto si apprende, la misura restrittiva sarebbe collegata non alle iniziative della magistratura italiana ma ad azioni assunte dalla giustizia degli Emirati, a causa di attività intraprese da Visentin e Giullini nel Paese straniero e di natura analoga a quella osservata in Italia.
    Visentin è difeso dall'avvocato Paolo Gianatti, di Albenga (Savona) mentre Giulini è assistito da Nicola Bonino, di Torino.
    Oltre ai vertici di New Financial Technology, gli investitori che si ritengono raggirati hanno avviato iniziative in varie Procure in Italia a carico di una settantina di agenti, denunciati per esercizio abusivo della promozione finanziaria e truffa aggravata, per aver indotto in più sedi i risparmiatori a puntare sulle proposte speculative della società riferibile a Visentin e Giullini.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza