Veneto

P.a: Cgia, mancati pagamenti fanno salire debiti a 59 mld

Su dati Eurostat, tempi scendono ma aumentano insoluti

(ANSA) - VENEZIA, 19 GIU - Sebbene i tempi di pagamento della nostra Pubblica Amministrazione siano in calo, lo stock dei debiti commerciali è in costante aumento e sfiora ormai i 52 miliardi di euro. Lo segnala oggi l'Ufficio studi della Cgia di Mestre (Venezia), su dati Eurostat relativi al 2020.
    L'importo totale - precisa l'associazione - include la parte corrente ma non quella in conto capitale che, da una stima parziale, ammonterebbe ad altri 6-7 miliardi.
    Il motivo andrebbe ricondotto al fatto che molti pagamenti continuano a non essere ancora eseguiti, pertanto gli insoluti vanno ad aumentare lo stock di debito accumulato negli anni precedenti. Secondo i dati presentati la settimana scorsa dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, ad esempio, l'anno scorso la nostra Pa ha ricevuto dai fornitori fatture per 152,7 miliardi di euro, ma ne ha pagati 142,7, concorrendo ad aumentare il debito commerciale di altri 10 miliardi.
    Secondo Eurostat, negli ultimi anni il debito commerciale di sola parte corrente della nostra P.a continua a crescere: nel 2017 era pari a 45,2 miliardi, l'anno successivo è salito a 46,9, per toccare i 48,9 nel 2019; l'anno scorso, infine, si è attestato a 51,9 miliardi. Rapportando questi mancati pagamenti al Pil nazionale, in Italia l'incidenza si attesta al 3,1%, dato peggiore fra tutti i 27 Paesi Ue. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie