Covid: opposizione Veneto, qui media decessi più alta

Lorenzoni, nella seconda ondata incidenza più alta che altrove

(ANSA) - VENEZIA, 04 MAG - "Oggi abbiamo sentito dall'oste che il vino è buono, e non ci potevamo aspettare niente di diverso, ma purtroppo il tema è un altro: il vino è aceto. I dati ci mostrano che il Veneto, tra ottobre e gennaio, ha avuto un andamento totalmente al di fuori di qualsiasi aspettativa".
    Lo ha sostenuto il portavoce dell'opposizione al Consiglio regionale del Veneto, Arturo Lorenzoni, replicando in Commissione al presidente Luca Zaia, sulla vicenda dei test rapidi nella gestione dell'epidemia da Covid-19. "I deceduti della pandemia in Veneto - ha ricordato Lorenzoni - al 28 aprile sono stati 231 per 100.000 abitanti, contro una media nazionale di 200. Siamo una delle Regioni che ha avuto un'incidenza del contagio più alta, la più alta tra le Regioni grandi, e noi vogliamo dare una spiegazione a questo. Penso che sia un diritto di tutti cercare di fare chiarezza su questo, dobbiamo cercare di dare una risposta. Mi riferisco a scelte politiche, non a scelte tecniche - ha concluso - data la grande stima e rispetto che ho per le competenze tecniche". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie