• >ANSA-IL-PUNTO/COVID: Veneto in zona arancione dopo Pasqua

>ANSA-IL-PUNTO/COVID: Veneto in zona arancione dopo Pasqua

Annuncio Zaia, "d'accordo con Speranza, tra martedì e mercoledì"

(ANSA) - VENEZIA, 02 APR - "Saremo zona arancione". Lo ha annunciato oggi il presidente del Veneto Luca Zaia, anticipando i contenuti dell'ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza che andrà in vigore dopo i tre giorni di area rossa nazionale previsti per il 3/4/5 aprile.
    Un risultato, quello della parziale riapertura, grazie a "una flessione tendenziale delle curve" del contagio, che per "ancora non è confermata - ha puntualizzato il presidente - però la luce in fondo al tunnel si vede. Le fasce d'età più colpite non sono più quelle ultra 80 e 70 anni ma dai 45 ai 64, così per le mortalità. Il che significa che dove abbiamo vaccinato l'infezione non c'è più. Abbiamo subìto 3-4 ondate di Covid, ma non abbiamo lasciato nessuno a terra, si è vista la differenza di una sanità che funziona".
    Con il passaggio alla zona arancione, ripartirà in presenza anche l'attività scolastica, per cui da mercoledì 7 riapriranno tutte le scuole dall'infanzia fino alle medie, e le superiori al 50% in presenza. "Questo - ha aggiunto Zaia - fino al 30 aprile quando scade il decreto legge, dopodiché speriamo di tornare al 100%".
    Sono costanti, con una leggera flessione, intanto, i dati del contagio, con 1.567 nuovi casi nelle ultime 24 ore e un'incidenza del 3,92% sui 39.925 tamponi effettuati. Il totale dall'inizio della pandemia è di 386.038 casi. Gli attuali positivi sono 37.999. Si registrano 29 decessi, con il totale a 10.682.
    Scende anche la pressione sulle strutture cliniche, con 1.931 pazienti nei reparti non critici, 13 in meno rispetto a ieri, e 299 nelle terapie intensive (+1).
    Resta qualche problema sul fronte delle vaccinazioni, anche se sta andando a regime il nuovo sistema di prenotazioni unico via web, e le forniture stanno ripartendo. "Ieri - ha però ricordato zaia - abbiamo perso 10 mila vaccinazioni rispetto al giorno precedente. Domani avremo 103 mila dosi di AstraZeneca, e oggi ne abbiamo 38 mila di Moderna. Il portale per le prenotazioni funziona, adesso avremo ancora 'turbolenze in volo' ma a regime accadrà che tutti andremo alla prenotazione online, soprattutto con le farmacie e con chi si mette a disposizione, dal volontariato ai comuni. Il numero verde funziona, amplieremo le linee, abbiamo superato il caos di ieri quando tutti chiamavano per avere informazioni".
    Dalla prossima settimana la fornitura si assesterà a 149.920 vaccini ogni 7 giorni fino al 26 aprile. "Se ne facciamo 30 mila al giorno - ha notato il presidente - ogni 5 giorni li finiamo.
    Abbasseremo il livello rapportandolo alle forniture, e ne faremo circa 20-21 mila al giorno. In tre settimane potremo pensare di coprire i 450 mila abitanti over 80 e fragili".
    Ieri, dai dati forniti dalla Regione, sono state 24.356 le somministrazioni di vaccini, di cui 17.834 prime dosi, mentre per 6.522 pazienti è stato effettuato il richiamo. Dall'inizio della campagna vaccinale sono state somministrate 929.766 dosi, pari al 93,6% delle forniture; le prime dosi sono state 670.481, per il 13,7% della popolazione, mentre ad aver completato la copertura vaccinale sono stati 259.285 cittadini, pari al 5,3%.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie