Uberto Pasolini, la solitudine dei genitori

Commuove Nowhere Special, James Norton papà single malato cancro

(ANSA) - VENEZIA, 10 SET - Uberto Pasolini mostra il ritaglio di giornale, è una pagina del Daily Mail del 2017: c'è un giovane uomo, malato terminale di cancro. Non ha famiglia, un lavoro di lavavetri, è single ed è un padre. E prima di morire vuole che il figlio di quattro anni abbia un futuro, sia adottato, ma vuole scegliere prima questi genitori che lo sostituiranno. Ce n'è per stringere la pancia in una morsa. La storia vera è diventata Nowhere Special, il nuovo film di Pasolini, il regista di Still Life che vinse a Venezia nel 2013 il premio regia ad Orizzonti, il produttore di Full Monty. E' nato a Roma, è parente (il padre era il cugino) di Pier Paolo Pasolini come suggerisce il cognome, nonché nipote di Luchino Visconti, vive da tempo in Inghilterra ed è lì che ha girato il film, applaudito ad Orizzonti e in sala a novembre con Lucky Red.
    Il suo protagonista è James Norton, che potrebbe essere il prossimo 007 dopo il No time to Die con Daniel Craig, mentre il bambino è Daniel Lamont e sono fenomenali entrambi. "In questa storia così particolare ho visto la difficoltà di essere genitori, un mestiere difficilissimo, bisogna sapere come sostenere senza spingere, saper dare risposte e saper stare zitti, aiutare le scelte dei figli e fare scelte per i figli", dice Pasolini, padre di tre. Certo qui c'è un dramma incredibile, "ma io volevo raccontarne la vita parlando della morte, volevo evitare al massimo il ricatto delle lacrime e fotografare - prosegue - momenti di vita, dialoghi di sguardi, complicità tra padre e figlio, comprensione infinita". Le lacrime "dovevamo tenerle dentro mentre recitavamo - dice James Norton - peccato che ad ogni scena vedevamo scendere quelle di Uberto". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie