E-commerce: Cciaa, a Treviso e Belluno +21% in un anno

Il 65% sono delle microimprese

(ANSA) - TREVISO, 18 MAG - Delle 1500 imprese regionali che svolgono il commercio elettronico come attività principale quelle che operano in provincia di Treviso sono 280 mentre nel Bellunese il loro numero è di 40. Lo rileva la Camera di commercio territoriale evidenziando anche come il 65% di esse sia rappresentato da microimprese, una volta su quattro gestite da imprenditori giovani. In entrambe le province la quantità rilevata nel primo trimestre di quest'anno è maggiore del 21% rispetto a quella dello stesso periodo del 2019. "Questo - è l'osservazione del presidente della Cciaa Treviso Belluno, Mario Pozza - potrebbe significare molto nel prossimo futuro per un paese come l'Italia che, nel 2019, si trovava al 24/o posto in Ue per indice di digitalizzazione. E' il momento di perseverare perché se prima alcune modalità digitali potevano anche essere rimandate - conclude - ora sono indispensabili alle imprese per continuare a fare business e ai servizi pubblici per essere sempre più semplici ed efficaci per imprese e cittadini". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie