Tangenti in obitorio, in 41 a processo

Pagate da impresari pompe funebri ad addetti vestizione salme

(ANSA) - PADOVA, 7 FEB - Il giudice per le udienze preliminari Domenica Gambardella ha rinviato a giudizio oggi 41 persone, tra dipendenti dell'azienda ospedaliera e impresari delle pompe funebri, al termine dell'inchiesta avviata su un giro di presunte tangenti pagate agli addetti all'obitorio di Padova. Uno degli operatori sanitari ha invece deciso di essere giudicato con rito abbreviato ed è stato condannato a due anni, pena sospesa. Le accuse vanno dalla corruzione alla truffa e alla frode. L'inchiesta riguarda le presunte mazzette che alcuni impresari di aziende di onoranze funebri padovane avrebbero pagato a operatori dell'azienda ospedaliera addetti alla vestizione e alla conservazione delle salme in obitorio a Padova.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie