Olimpiadi di Tokyo, il Bando di Regata!

Una ventata di ottimismo

Responsabilità editoriale Saily.it

ALLA VIA COSI' - World Sailing ha pubblicato la Notice of Race della competizione olimpica per la vela. Un passo avanti verso la disputa dei Giochi di Tokyo 2020 rinviati di un anno. Progressi e ottimismo anche dal CIO: Thomas Bach visita il Giappone e incontra il premier, e si parla anche dei vaccini

 

Dopo il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo 2020 (che tra parentesi sarebbe una cosina da chiarire con i cosiddetti negazionisti: a chi sarebbe convenuto rinviare i Giochi?), e il perdurare della pandemia nel mondo, lo sport ha bisogno di certezze sul suo futuro. Una buona notizia arriva dalla pubblicazione del Bando di Regata della Olympic Sailing Competition, a opera della federvela mondiale World Sailing.

Le regate di disputeranno nella Enoshima Yacht Harbour e inizieranno il 25 luglio, per concludersi con le ultime Medal Race il 4 agosto del 2021.

Il Bando stabilisce anche le condizioni base per le 10 discipline olimpiche della vela previste per i Giochi di Tokyo 2020 (si chiamano ancora così, anche se si disputeranno nel 2021).

Le classi 470 maschile e femminile, Laser, Laser Radial e Finn, disputeranno 10 regate complessive, più la Medal Race tra i primi 10 classificati dopo questa opening series. Le classi 49er, FX, Nacra 17, RSX maschile e femminile, invece, disputeranno 12 regate prima delle rispettive Medal Race.

Nel Bando di regata sono inoltre inclusi i dettagli sulle regole, i regolamenti, le linee guida per l'iscrizione e le qualifiche, il formato, il punteggio, il programma, il luogo e i percorsi. Dettagli particolarmente delicati e decisivi alla luce dello stravolgimento dei calendari velici internazionali causato dalla pandemia.

Si fa inoltre riferimento al fatto che atleti, team officials, allenatori e altri dirigenti delle squadre dovranno rispettare la Carta Olimpica, nonché le regole di World Sailing, al fine di essere ammessi alla partecipazione alla competizione olimpica di Tokyo 2020, e risultare essere iscritti da un Comitato Olimpico Nazionale ( NOC), in Italia il CONI.

Niente di nuovo e rivoluzionario: di importante c'è il fatto stesso che il NOR della regata olimpica sia stato pubblicato, una ventata di ottimismo sul futuro per molti atleti e tecnici che lavorano nelle classi olimpiche, per gli appassionati e per tutto il pubblico.

POTETE APRIRE IL BANDO DAL PDF CHE TROVATE TRA GLI APPROFONDIMENTI, A DESTRA NELLA PAGINA O IN BASSO SU TABLET E SMARTPHONE

QUI IL LINK AL BANDO DELLA REGATA OLIMPICA

ANCHE IL CIO ACCELERA SU TOKYO - Le buone sensazioni sono confermate anche dal CIO, il cui presidente Thomas Bach è stato di recente in Giappone, a Tokyo ha visitato gli impianti olimpici e ha parlato a lungo col sindaco della città e con il primo ministro nipponico. Tutti hanno espresso la chiara volontà di andare avanti con l'organizzazione delle Olimpiadi rinviate di un anno. Al di là della convinzione più volte espressa da Bach che l'Olimpiade della prossima estate possa essere il simbolo dell'uscita dal tunnel per tutta l'umanità, una rinascita collettiva, gli sviluppi possono essere anche interpretati come una prima risposta sia pure indiretta alle richieste dei rappresentanti degli atleti che mesi fa avevano chiesto al CIO una decisione entro novembre.

Come corollario del momento, Bach ha anche parlato dell'imminente arrivo dei vaccini contro il Covid, chiarendo che il CIO segue attentamente gli sviluppi, esclude al momento di prevedere un obbligo di vaccinazione per atleti e accreditati olimpici, ma raccomanda caldamente che essi siano vaccinati appena possibile, senza chiedere percorsi preferenziali e lasciando naturalmente le priorità indicate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. E' stata anche accennata la possibilità che il CIO possa intervenire finanziariamente per aiutare il movimento sportivo olimpico nella fase di vaccinazione, favorendo acquisti e stoccaggi di vaccini.

Responsabilità editoriale di Saily.it