La sportboat puo' essere sostenibile

Il futuro è anche questo

Responsabilità editoriale Saily.it

ANTEPRIMA E VIDEO: ECORACER769 - La start-up italiana Northern Light Composites, da Monfalcone, lancia ecoracer769, il primo one design da regata, costruita al 100% in fibra di lino e con un'anima riciclabile

 

Dal Nordest dell'Italia, dalla curva dell'alto Adriatico che porta all'ombelico velico mondiale chiamato Trieste, spunta una startup innovativa di giovani velisti e professionisti che stanno dimostrando - prodotti alla mano - che un'altra nautica è possibile, che le barche del futuro dovranno e potranno essere sostenibili e riciclabili al 100%. Senza per questo rinunciare a nessuno degli aspetti che tutti amiamo dello sport della vela: la velocità, la tecnica, la messa a punto.

Dopo aver lanciato Ecoprimus, una piccola deriva per giovanissimi e da iniziazione (ma chi non la userebbe anche come dinghy ecologico?), la Northern Light Composites di Monfalcone (nl comp per gli amici e lo slang dello yachting internazionale, che imparerà a conoscerli) raddoppia subito con un lancio su un tema decisivo della vela: una sportboat.

One design da regata o da circuiti ORC, meno di 8 metri, prua alla Alex Thomson (ormai allargata a tutti), linee che fanno venire voglia di salire e andare. Ma con l'anima che è il vero core-business dell'azienda, la sua idea fondante: riciclabilità, sostenibilità, uso di materie prime garantite. Oltre alla gioia di andare a vela, ecoracer769 regalerà anche la sensazione di essere amici del pianeta.

CHI SONO I RAGAZZI DELLA NL COMP - Tutto questo in una azienda giovane e italiana, un insieme che fa bene sperare nel futuro, in un momento in cui sappiamo quanto ce ne sia bisogno. Ecco la squadra della nl comp: Fabio Bignolini (Chief Operations Officer), Piernicola Paoletti (Chief Financial Officer), Andrea Paduano (Chief Techical Officer), il già noto Matteo Polli(Yacht Designer), Mattia Sconocchia(Structural Engineer), Alessandro Pera(Structural Engineer e Rendering), Gianluca Salateo(Deck Layout), Roberto Baraccani(Composite Engineer), e il grande Roberto Spata in funzione diBoat Optimization & OD Project.

ALLA SCOPERTA DEL MONOTIPO ECOLOGICO - Ecoracer769 è il primo sportboat di Northern Light Composites: sostenibilità e design innovativo per una imbarcazione che punta a vincere in regata testando nuove tecnologie costruttive. L’imbarcazione è costruita infatti al 100% in fibra di lino e con un'anima riciclabile a fine vita, così come tutta l'imbarcazione, grazie all'utilizzo di una resina di nuova concezione. L'albero e le strutture di pinna e timone sono in alluminio e acciaio, mentre il motore è elettrico: scelte anche qui all'insegna della sostenibilità.

Oltre alla scelta di materiali di costruzione ecosostenibili, uno degli obiettivi della startup monfalconese è quello di evitare tutte le lavorazioni che impattano sulla salute dei costruttori: si è scelto pertanto di realizzare il composito in infusione a vuoto e di evitare tutte le attività di verniciatura, utilizzando delle pellicole per il rivestimento esterno. 

VIDEO RENDERING DELLA BARCA

Tra le caratteristiche distintive della barca, che punta a vincere nelle competizioni ORC Sportboat, c'è una particolare prua inversa, già vista su alcuni superyacht e racer di ultima generazione, oltre che degli spray rail di ispirazione motonautica e infine la scelta di posizionare il timone molto a prua, dettagli studiati dal progettista Matteo Polli, che commenta così: "su questa barca abbiamo spinto sull'acceleratore dell'innovazione in diversi ambiti a partire dai materiali ma anche nelle forme di carena e nel lay-out delle appendici, sarà veramente interessante vederne il risultato”.

Ecoracer769 sarà il banco di prova della nuova tecnologia di Northern Light Composites, che dopo i test in mare e in regata inizierà la commercializzazione, dando vita alla serie ecoracer e alla prima classe monotipo sostenibile sul mercato. Il cantiere inoltre garantisce il ritiro a fine vita delle imbarcazioni costruite, occupandosi delle attività di recupero per dare vita a nuovi componenti con i materiali riciclati ottenuti.

“Questa barca è il frutto di mesi di lavoro in laboratorio e in fase di progettazione, con i test di infusione sul piccolo dinghy ecoprimus, prove sui materiali e scelte difficili vista l'unicità della tecnologia costruttiva - dichiarano i responsabili di nlcomp - Matteo Polli ha fatto come sempre un lavoro eccezionale e i rendering parlano da soli: non vediamo l’ora di toccarla con mano e scendere in acqua”.

Il team progettuale di nlcomp è composto da Matteo Polli che si occupa delle linee d’acqua, mentre Matteo Sconocchia e Alessandro Pera sono addetti alla ingegnerizzazione delle strutture, Andrea Paduano è il responsabile materiali, Gianluca Salateo si occupa del piano di coperta e Roberto Baraccani segue con la sua esperienza le fasi di produzione.

Il varo di 769 è in fase di riprogrammazione dopo le problematiche legate al coronavirus, con i primi sea trials che sono previsti per il prossimo autunno sotto la supervisione di Roberto Spata, che commenta così il suo impegno sul progetto di nlcomp : “”Wow” è la prima parola che mi è venuta da dire vedendo anche una sola immagine di questa barca. Ecoracer769 è un progetto che ha molte caratteristiche che lo possono rendere vincente: ha delle linee moderne e innovative, molto accattivante nel look e avrà sicuramente la doppia funzione di nascere come un possibile monotipo vincendo però anche nella categoria Orc Sportboat. Inoltre il team che si sta dedicando alla nascita di questo progetto è di primissima qualità, da Matteo Polli, ormai una garanzia, a tutto il Team di Northern Light Composites: persone molto preparate, con le idee chiare sugli obiettivi da raggiungere e tutte alimentate da una gran passione. Il fatto poi che ecoracer sia la prima imbarcazione sostenibile durante la costruzione e a fine della vita, ne fa un progetto veramente unico. Personalmente sono molto elettrizzato nel poter dare il mio contributo a questo progetto sin dal suo sviluppo in fase progettuale e non vedo l'ora di tirare i primi bordi appena andrà in acqua”.

SCHEDA TECNICA ECORACER 769

Lunghezza mt 7.69

Larghezza mt 2.80

Pescaggio mt 1.80

Dislocamento kg 1.100

Superficie velica di bolina m2 42

Superficie velica di poppa m2 100

Rating ORC preliminare 615

 

VIDEO DEL PROTOTIPO IN COSTRUZIONE

 

http://northernlightcomposites.com/ecoracer-769/

Responsabilità editoriale di Saily.it