Gabart si allena e fa il record del Mediterraneo!

Macchine da velocità a vento

Responsabilità editoriale Saily.it

VIDEO: UN RECORD IN ALLENAMENTO... - Francois scalda i muscoli sul suo trimarano Ultim (a bordo del quale pochi giorni fa Saily lo ha intervistato: da vedere su Saily TV): Marsiglia-Tunisi in 13 ore, 55 minuti e 37 secondi alla velocità media di 33,7 nodi

 

di Christophe Julliand

François Gabart e l’equipaggio del trimarano Ultime SVR Lazartigue hanno battuto ieri mattina, domenica alle ore 5.45 UTC  il record del Mar Mediterraneo: hanno completato la traversata tra Marsiglia e Tunisi in 13 ore, 55 minuti e 37 secondi a una velocità media di 33,7 nodi. In attesa di essere validato dal World Sail Speed Record Council, hanno migliorato il precedente premiato. stabilito nel 2010 dallo skipper Pascal Bidégorry e undici uomini  a bordo del trimarano gigante Banque Populaire (40 metri). allora avevano fermato le lancette del cronometro sul tempo di 14 ore, 20 minuti e 34 secondi. 

QUI L'INTERVISTA DI SAILY TV A GABART A BORDO DI SVR LAZARTIGUE A GENOVA!

VIDEO SUL RECORD DEL MEDITERRANEO

 

Dodici anni dopo, lo stesso Bidegorry era anche questa volta a bordo, come co skipper di François Gabart e in compagnia di altri tre membri d’equipaggio soltanto (Antoine Gautier, Emilien Lavigne e Guillaume Gatefait). 

Ua record come allenamento - Dobbiamo stare a Tunisi domenica per l’ultima tappa del nostro giro del Mediterraneo per incontrare le filiali del gruppo Kersk” ci aveva detto lo skipper del trimarano SVR Lazartigue a Portofino martedì scorso, “cercare di battere questo record nel mistral sarebbe per noi il miglior allenamento possibile per spingere la barca alle portanti, nel vento forte e, senza coinvolgere il programma di relazioni pubbliche già definito”. 

E così è andato: il team ha attivato la procedura, ricevuto la sorta di scatola nera che permette di ufficializzare il tentativo d record presso il WSSRC e subito dopo la tappa di Genova è tornato a Marsiglia per cercare il mistral sulla linea di partenza al largo delle isole di Frioul.  “Guardando i dati pensiamo essere in grado di attraversare in un tempo corretto, o addirittura di giocarsi il record” aveva promesso François nel comunicato pre partenza. Promessa mantenuta.

Responsabilità editoriale di Saily.it