Figaro, Alberto Bona gioca da outsider

Dove nascono le leggende...

Responsabilità editoriale Saily.it

GUARDA 4 VIDEO - UN SOLO ITALIANO AL VIA DELLA REGATA-ESAME OFFSHORE - I Figaro 3 con i discussi foil al contrario (sui quali le opinioni restano discordanti) sono solo i mezzi di trasporto per i 35 super-navigatori solitari lungo le 4 tappe difficilissime. Tanti big e il nostro Alberto Bona con Sebago. Le attese e i temi tecnici - LA PRIMA TAPPA LA PIU' DURA: SI GIRA IL FASTNET IN SOLITARIO - Ci sono vincitori di Vendée Globe, di Figaro, di tappa... SEGUI LA REGATA CON IL TRACKING QUI

 

di Christophe Julliand

"Ici naissent les légendes!", da qui nascono le leggende. Come dare torto al claim della regata delle regate di grande altomare, che strizza l'occhio all'oceano? Parte oggi la 51ma edizione della Solitaire du Figaro, grande classica della vela d’altura francese, passaggio obbligato di tutti i grandi navigatori oceanici. Sono 35 concorrenti quest’anno tra cui alcuni star del circuito come Yann Elies (triplo vincitore) o Armel Le Cléac’h (doppio vincitore), dieci vincitori di tappe, altrettanti pretendenti alla vittoria finale.

Tra gli outsider, l’unico italiano al via, Albero Bona con Sebago ITA 51, intende fare tesoro dell’esperienza accumulata dopo una prima stagione da esordiente e dopo le due prime regate del 2020 per migliorare ancora il proprio livello.

Delle 4 tappe in programma quest’anno, la prima un’andata e ritorno al Fastnet passando le Scilly con partenza e arrivo da Saint Quay Portrieux è anche la più lunga: 640 miglia (più di una Middle Sea Race). Oltre al percorso libero, lo scenario meteo dovrebbe garantire una battaglia molto interessante. La flotta dei monotipi partirà con un vento da Nord sinonimo di bordeggio di bolina per risalire verso il famoso scoglio irlandese del Fastnet. A seguire ci sarà una transizione da gestire con poco vento prima del ritorno della brezza ma dai settori Sud.

La partenza della prima tappa prevista per le 13 sarà ritrasmessa sui social e il sito internet della regata.

QUI IL TRACKING MINUTO PER MINUTO, SEGUI ALBERTO BONA

VIDEO, LA VIGILIA

 

VIDEO, LASCIANDO LA BANCHINA

 

VIDEO, LA PARTENZA

 

VIDEO, LA FLOTTA AL TRAMONTO

Responsabilità editoriale di Saily.it