Seconda Eolian Cup stregati da Salina

Aspettando la Round Aeolian Race di settembre

Responsabilità editoriale Saily.it

QUATTROGATTI E DOMINGUIN DOMINANO CON VENTI LEGGERI - Organizzata dallo Yacht Club Capo d’Orlando e con base all’isola di Salina, ha visto la partecipazione di 20 equipaggi siciliani e calabresi suddivisi nei due raggruppamenti Crociera-Regata e Gran Crociera

 

Si è conclusa sabato 4 giugno la seconda edizione della Eolian Cup, la regata nazionale con base all’isola di Salina, organizzata dallo Yacht Club Capo d’Orlando, che ha visto la partecipazione di 20 equipaggi siciliani e calabresi suddivisi nei due raggruppamenti Crociera-Regata e Gran Crociera.

Nonostante la assenza forzata di almeno altri sei equipaggi che non hanno potuto prendere parte alla regata - alcuni per le difficoltà logistiche nel raggiungere l’isola per il tutto esaurito su aliscafi e traghetti, altri a causa Covid – la manifestazione ha dimostrato ancora una volta il suo potenziale unico, grazie alla possibilità di regatare nello scenario affascinante delle Eolie, ed all’atmosfera rilassante che si respira a terra.

Complice la bolla africana che ha caratterizzato il meteo di inizio giugno, grande lavoro per il Comitato di Regata, che ha potuto contare esclusivamente sulle brezze termiche che si generano nel corso della giornata intorno le isole, con la conseguente scelta di effettuare solo prove costiere nei tre giorni di regata. 

Giovedì 2 giugno, day 1, si è svolta la prova più lunga, il giro dell’Isola di Salina da 12 miglia. Dopo la partenza a Capo Faro prende il largo Loup Alvar con le andature portanti, seguita da Quattrogatti ed Essenza Nature Med. La tattica nel percorrere il cono sottovento dell’isola si dimostra determinante: mentre Loup Alvar rimane molto esterno , Quattrogatti sottocosta recupera tutto lo svantaggio e passa a condurre seguita da Essenza Nature Med;  il lato nord dell’isola di rientro verso l’arrivo è una formalità per la barca condotta dall’esperto Andrea Casini, che taglia il traguardo in poco più di tre ore, seguita dalla calabrese Essenza del Centro Velico Lampetia e dalla catanese Bluette di Mario Zappia. In categoria Gran Crociera vince la siracusana Dominguin, seguite dalle messinesi Mascalzone Siculo e Albablu.

Venerdì 3 il Comitato deve attendere le 14:30 per trovare delle condizioni accettabili per la partenza, questa volta nella baia di Pollara, di fronte la casa che vide protagonista il compianto Massimo Troisi. Bellissima partenza con continui incroci di virate tra tutta la flotta in uno spettacolo mozzafiato. Dopo poche miglia, sono ancora Quattrogatti e Dominguin a guidare i due gruppi in regata passando per primi a Capo Faro; il vento però abbandona il lato di ponente dell’isola ove la flotta si ricompatta in balia della sola corrente. Il Comitato prova ad accorciare il percorso, ma in assenza di aria è costretto ad annullare la prova e far rientrare la flotta in porto.

Ultimo giorno di regata sabato 4 : il Comitato non vuole perdere tempo, ed appena si presenta la termica chiama la flotta presso la baia di Lingua per la partenza. Dopo il passaggio a Rinella, la regata diventa molto tattica con vento sotto i 5 nodi, condizioni con cui ancora una volta Quattrogatti e Dominguin  dimostrano di trovarsi benissimo, riuscendo a sfruttare al meglio ogni refolo sul percorso, ed aggiudicandosi anche la seconda prova di 6 miglia.  Seguono le calabresi Essenza ed Hydra in Classe Crociera-Regata, mentre in Gran Crociera Miss Lilly ed Albablu rispettivamente seconda e terza.   

Nella serata di sabato, dopo la cena che ha unito tutti gli equipaggi, si è svolta la cerimonia di premiazione, cui ha partecipato il Sindaco di Santa Marina Salina, Dott. Domenico Arabia, che ha ringraziato l’organizzazione per l’importanza dell’evento e la promozione turistica del Comune. Vincitore della Eolian Cup 2022 Classe Crociera Regata Quattrogatti di Andrea Casini del Circolo Canottieri Palermo, seguita da Essenza Nature Med e Bluette . In classe Gran Crociera vince Dominguin di Davide Momigliano, seguita dalle messinesi Albablu di Renato Irrera e Mascalzone Siculo di Emanuele Cosio. Assegnato anche il Trofeo Salina, in palio per i partecipanti alle concomitanti veleggiate, che va alla messinese Maria X 100 di Salvatore Nocera.

Infine il momento più toccante della manifestazione, la consegna del premio intitolato al compianto velista messinese Franco Costa, alla presenza della madre, del fratello Alessandro e dei nipoti, che è andato all’equipaggio di Quattrogatti, primo classificato in categoria Crociera Regata.

Il Circolo Organizzatore - e Saily TV! - danno appuntamento a tutti gli appassionati a fine settembre per la 4^ edizione della Round Aeolian Race.

http://www.ycco.it/eoliancup.htm

Responsabilità editoriale di Saily.it