Arrivederci Arzachena, torniamo più Optimisti

TROFEO OPTIMIST ITALIA KINDER JOY OF MOVING

Responsabilità editoriale Saily.it

ECCO TUTTI I NOMI E I CIRCOLI DEI PREMIATI (PIU’ PREMI SPECIALI) – Vincitori assoluti Alessandro Ricci (Lega Navale Italiana Ostia) nella Divisione A e Nicolò Santoro (Società Triestina della Vela) nella divisione B. Vento forte poi calato, una prova solo per i più grandi. Podi, classifiche e premi speciali (anzi specialissimi) – ALTRI VIDEO E CRONACHE DI REGATE SU SAILY TV

 

Una festosa e partecipatissima premiazione sotto il tendone allestito dal CN Arzachena, ha chiuso la terza tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder joy of moving, nel bellissimo golfo di Cannigione. Tre giorni di divertimento e vela, anche se il vento ha fatto i dispetti andando e venendo, soprattutto girando. Il clima e lo spirito dei baby velisti vince sempre su tutto. Pasta party a fine regate, incontri e stimoli sull’ambiente e lo sport, il tutto accompagnato dalle riprese delle telecamere di Saily TV, che trasmette uno speciale con interviste, highlights e cronache dal mare.

QUI LA TELECRONACA DELLA REGATA DI DOMENICA, ULTIMO GIORNO

Alessandro Ricci (Lega Navale Italiana Ostia) nella Divisione A e Nicolò Santoro (Società Triestina della Vela) nella divisione B sono i vincitori della terza tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving, che in tre giorni di regata hanno combattuto prima di tutto contro il vento. Anche oggi, ad Arzachena, condizioni di vento anomalo con il Maestrale arrivato potente, con raffiche oltre i 20 nodi, poi instabile, tanto da permettere di disputare una sola prova per la Divisione A.

La tappa di Arzachena quindi si conclude con cinque prove per i più grandi e tre per i piccoli della Divisione B, ma tanto divertimento e anche un disalberamento eccellente, quello del vincitore della Divisione A, Alessandro Ricci che capitalizza però i quattro primi posti dei giorni scorsi e scarta il ritirato dell’ultima prova.

Il vento ha fatto le bizze - ha dichiarato Marcello Meringolo, Tecnico della Classe Optimist - un bravo a tutti quanti per aver dato il meglio in condizioni meteo molto instabili che hanno reso complicata la navigazione e l’organizzazione. Oggi in particolare siamo riusciti a portare a casa in tempo un’unica prova per la Divisione A, mentre i più piccoli sono rientrati in porto per le raffiche troppo consistenti. Abbiamo comunque visto buone regate, i vincitori si sono davvero meritati il risultato perché questa tappa si è rivelata più difficile del previsto”.

Lo confermano i due protagonisti. Alessandro Ricci parla della sua giornata difficile “Ero partito bene, ma subito dopo, quando ho virato, l’albero si è spezzato e sono dovuto rientrare per recuperarne un altro. I risultati dei giorni precedenti mi hanno dato il margine per gestire lo scarto”. Nicolò Santoro, il vincitore della Divisione B, è soddisfatto: “Abbiamo fatto solo tre prove, e nella prima in questo campo di regata, con questo vento, non mi sentivo pronto. La prima regata me la sono gestita quindi tutta in recupero, poi ero più tranquillo nelle altre due, e i risultati lo hanno confermato. Ora aspetto la quarta tappa del circuito”.

Sul fronte risultati, la Divisione A vede dopo Ricci il secondo post di Claudio Crocco (Tognazzi Marine Village), seguito da Lorenzo Specchia (CV La Spezia), Cristian Castellan (CVDM) e al quinto posto Giancarlo Postiglione(Vele Vernazzolesi). Tra le femmine, indiscussa vittoria di Irene Faini (CN Brenzone), seguita da due atlete dello Yacht Club Italiano: Benedetta CataniaCarolina Vulcanie, mentre quarta è Flavia Viscoli Coratella (CS Bracciano) e quinta Nicole Lanuti (CV Portocivitanova).

La Divisione B ha visto l’annullamento delle prove di oggi: gli atleti sono usciti in mare, ma il maestrale in crescendo ha obbligato il rientro per questioni di sicurezza. Con tre prove non è considerato lo scarto: la vittoria è andata come detto a Nicolò Santoro (STV), seguito da Antonio Mortillaro (CV Palermo) e da Vittoria Berteotti (Fraglia Vela Riva), terza assoluta e prima della classifica femminle: al secondo posto tra le ragazze c’è Mia Paoletti (Club Vela Portocivitanova) e Pola Wojcik (CircoloVela Roma).

I PREMI SPECIALISSIMI - Le premiazioni, così come tutta la quattro giorni ad Arzachena, sono state caratterizzate da tanta convivialità e ulteriori premi: Miglior Timoniere 2011 è Cristian Castellan (Circolo della Vela Muggia), Miglior 2013 Giorgia Mazzetti(CN Bogliasco), mentre il premio Fair Sail è andato a Riccardo-Hai Gessa(CN Bogliasco), che ieri ha chiesto alla giuria di rettificare il suo piazzamento: lo avevano classificato 7°, ma lui era UFD! Il Premio “Rispetto per l’Ambiente” è stato conferito a Carolina Vulcanile (YC Italiano) e a Lorenzo Sirena (YC Cagliari), che hanno raccolto rifiuti a terra e in mare, persino in regata. Il premio per lo spirito di squadra è andato a Antonio Santini (Vele Vernazzolesi), che era iscritto, si è infortunato, ed è voluto partire nonostante una stampella, per stare con i suoi compagni di circolo! Infine il “Premio Team più tenace” a Dario Cortese, arrivato qui da Crotone con la super-mamma Sandra.

Prossimo appuntamento per il Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving a fine luglio (dal 23 al 25) a Ravenna, un appuntamento imperdibile per le squadre agonistiche italiane, perché è anche Coppa AICO.

INTERVISTE SULLA SPIAGGIA DEL CN ARZACHENA-1

www.optimist-it.com - www.clubnauticoarzachena.it

Responsabilità editoriale di Saily.it