Giovani laseristi, talenti di domani

ITALIANI LASER 4.7 E LASER RADIAL A SALERNO - DAY 2

Responsabilità editoriale Saily.it

VIDEO HIGHLIGHTS E INTERVISTE DEL GIORNO - Giornata difficile con molte ore in mare, vento dispettoso ma parecchie regate. Le classifiche prendono un volto definito, ma tutto puo' accadere nei prossimi due giorni. Spettacolo dalla flotta di 220 veliste e velisti Laser 4.7 Under 16 e Radial Under 19

 

Una lunga giornata di mare, sole, vento incostante che va e viene, numerose partenze e regate per le quattro batterie delle due flotte Laser 4.7 Under 16 e Laser Radial Under 19 a Salerno. Nella serata, come anticipato dalle previsioni meteo, si è scatenato un temporale arrivato dal mare: questa perturbazione ha influito sulle condizioni del giorno, impedendo al consueto vento termico di stendersi regolare.

Il Comitato di Regata è riuscito a far svolgere una prova a tutte le flotte intorno alle 13, con un vento leggero da Ovest di 6-7 nodi, andato poi calando. Per le successive partenze c'è stata una lunga attesa fino alle 16, quando sul golfo di Salerno si è steso un vento da Nord-Nord Ovest di 8.9 nodi, che ha consentito lo svolgimento di altre prove, due per alcune flotte e una per altre. La classifica generale risente del mancato completamento dello stesso numero di regate da parte di tutti i concorrenti.

La classifica della categoria più giovane, il Laser 4.7, dopo la seconda giornata e con due prove completate, vede in testa il campione europeo Under 16 Domenico Lamante (LNI Pescara) con due primi di manche, davanti alla prima femminile Giorgia Bonalana (Fraglia Vela Riva) (1-3) e a Davide Chemasi (Fraglia Vela Malcesine) (4-2). La classifica è comunque ancora molto corta con distacchi minimi: tra il primo e l'undicesimo ci sono una decina di punti e con due giorni di regate tutto puo' ancora accadere.

Nella classe Under 19 del Laser Radial le prove completate sono in totale tre. In testa si è portato il marchigiano Marco Gambelli (CV Torrette) protagonista di una grande giornata (3-1 che si somma al 4 della prova di ieri). Al secondo posto è comunque molto vicino Nicolò Nordera (RYCC Savoia) (2-1-6), staccato di 1 solo punto, mentre al terzo a 7 punti dal vertice c'è Claudio De Fontes (CC Roggero di Lauria) (7-7-1). La prima femminile è Sofia Paradisi (CN Sanbenedettese), al 6° in generale (1-8-11), , insidiata da Carlotta Rizzardi (CV Torbole) (12-2-7) e dalla più positiva di giornata Sofia Arseni (CV Roma) (14-4-3).

La partenza della prima prova domani sabato 12 settembre è anticipata di un'ora alle 11:30.

KINDER JOY OF MOVING E LA VELA GIOVANILE

Kinder e la gioia di essere bambini - Kinder ha sempre avuto come obiettivo quello di offrire ai bambini e alle famiglie dei piccoli, importanti momenti di gioia, pensati proprio per loro. Non tutti sanno però che da anni Kinder si impegna nel perseguire anche un altro obiettivo, molto importante per la gioia dei bambini: incentivare la loro predisposizione naturale a muoversi e a giocare.

Kinder e la gioia di muoversi - Per questo è nato Kinder Joy of moving: un progetto internazionale di Responsabilità Sociale del Gruppo Ferrero. Il progetto coinvolge oggi più di 4 milioni di bambini, in oltre 30 Paesi del mondo ed è in grado di avvicinare all’attività motoria bambini e famiglie in modo coinvolgente e gioioso, nella convinzione che un’attitudine positiva nei confronti del movimento e dello sport possa rendere i bambini di oggi adulti migliori domani.

Responsabilità editoriale di Saily.it