Valle d'Aosta

Vaccino: attivate tre sedi a Aosta, Donnas e Chatillon

Dal 2 marzo vaccinazione massa in bassa valle e da 8 marzo Aosta

La Giunta regionale ha approvato l'attivazione di tre aree sanitarie temporanee per la somministrazione di vaccini anti Covid-19 da parte dell'Usl nell'ambito dalla Campagna di vaccinazione di massa. Oltre alla sede del Poliambulatorio di Morgex, già autorizzato, sono state individuate: la struttura polivalente "Palaindoor Marco Acerbi" di Aosta, il salone polifunzionale di Donnas e il salone polifunzionale di Châtillon.
    Alla data odierna - fa sapere l'Usl - il percorso stabilito dal Piano vaccinale risulta rispettato: dal 2 marzo sarà avviata la vaccinazione di massa in Bassa Valle e dall'8 marzo ad Aosta.
    "Ad oggi - spiega l'Assessore Roberto Alessandro Barmasse - sono tre i vaccini che hanno ricevuto un'autorizzazione all'immissione in commercio. L'Agenzia italiana del farmaco ha suggerito, in ragione della maggiore robustezza delle evidenze di efficacia, un utilizzo preferenziale dei vaccini a Rna messaggero (mRna) nei soggetti anziani e/o a più alto rischio di sviluppare una malattia grave, mentre l'indicazione per il vaccino AstraZeneca resta preferenziale per la popolazione tra i 18 e 55 anni di età e senza patologie gravi, per la quale sono disponibili dati più solidi. Tenuto conto di tali indicazioni, potrà quindi da subito essere avviata, in parallelo a quella dei soggetti prioritari della prima fase (con i vaccini a mRNA), la vaccinazione dei soggetti di età tra i 18 e 55 anni con il vaccino AstraZeneca, a partire dal personale scolastico e universitario docente e non docente, Forze armate e di Polizia, setting a rischio e altri servizi essenziali". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie