Valle d'Aosta

Covid: approvato piano vaccini in Valle d'Aosta

Percorso si dovrebbe concludere a fine luglio 2021

E' stato approvato il Piano vaccinale anti Covid in Valle d'Aosta. Lo hanno comunicato l'assessorato alla sanità e l'Usl.
    Il documento contiene linee operative e di sviluppo riferiti a diversi ambiti, tra cui: definizione del sistema organizzativo e mappa dei punti di erogazione delle prestazioni; logistica e tecnologie per la conservazione e distribuzione dei vaccini; sistemi informativi a supporto del piano vaccinale; strategie e operatività di somministrazione del vaccino; composizione dei team vaccinali e sviluppo delle conoscenze e delle competenze specifiche; acquisizione della documentazione e delle evidenze sul vaccino; definizione e predisposizione della modulistica.
    "Complessivamente considerando un'adesione del 75% della popolazione - si legge in una nota - è auspicata la vaccinazione di circa 80.000 persone, circa 1.200 al giorno, somministrando 36.000 dosi al mese (compatibilmente con il numero di vaccini disponibili) per concludere il percorso vaccinale entro la fine del mese di luglio 2021.
    "La realizzazione e l'organizzazione del Piano vaccinale è una sfida per tutto il sistema sanitario - dichiara l'Assessore alla Sanità, Roberto Barmasse -: una sfida perché è soltanto attraverso la sua applicazione che la nostra realtà potrà ritrovare una normalità. La risoluzione della crisi sanitaria, così come quella economica e quella sociale, passa per forza attraverso una forte campagna di immunizzazione". "L'auspicio - aggiunge il Commissario Usl, Angelo Pescarmona - è che il Piano possa essere supportato da un adeguato flusso di vaccini che ne consenta la puntuale attuazione".
    Sono previste due fasi: la prima (A) prevede la vaccinazione degli operatori sanitari e sociosanitari, ospiti e operatori delle strutture residenziali per soggetti anziani e fragili, operatori sanitari delle strutture residenziali socio-assistenziali, operatori non sanitari dell'Azienda Usl e Volontari del soccorso pubblici e privati, operatori e tecnici dell'elisoccorso e della centrale Unica del Soccorso (in totale 5.800 persone); la seconda (B) riguarda la vaccinazione alla popolazione valdostana e prevede alcune priorità: soggetti ultraottantenni (circa 9.580), soggetti di età compresa tra i 60 e i 79 anni e soggetti con particolari patologie (29.226), soggetti con età tra i 16 e i 60 anni (69.356) con priorità per particolari categorie professionali. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie