Coronavirus: test sierologici effettuati da Croce rossa

Analisi su campione tra 3.650 e 4.780 valdostani

Sono tra 3.650 e 4.780 i valdostani che saranno sottoposti ai test sierologici per il coronavirus nell'ambito della campagna avviata dal Ministero della Salute su indicazione del Comitato Tecnico Scientifico. Il Comitato regionale Valle d'Aosta della Cri ha messo a disposizione due call center - uno ad Aosta e uno a Saint-Vincent - con 14 centralinisti, che si alterneranno alle chiamate. "Quando si riceve la telefonata - è spiegato in una nota - si può accettare o rifiutare la richiesta di partecipazione all'indagine. Se si accetta, l'operatore proporrà sede di svolgimento del prelievo, data e orario all'interno delle disponibilità che gli mostrerà il sistema". Le sedi di prelievo sono all'Ospedale da campo di Aosta e poi a Gaby, Donnas, Ayas, Châtillon, Valpelline, Saint-Rhémy-en-Bosses, Morgex e La Thuile. Ai prelievi si alternano 30 infermieri, in turni da dieci Le persone alle quali è stato effettuato il prelievo potranno sapere se sono entrate in contatto con il virus e hanno sviluppato gli anticorpi. La partecipazione all'indagine è gratuita e completamente sicura sotto il profilo della riservatezza. I prelievi inizieranno giovedì 28 maggio.
    "L'indagine sierologica ha lo scopo di stimare l'estensione dell'infezione nella popolazione e descrivere la frequenza della stessa in relazione ad alcune variabili, quali l'età, il sesso, la Regione di appartenenza, l'attività lavorativa e, quindi, valutare con attendibilità il tasso di siero-prevalenza" si conclude la nota. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie