Valle d'Aosta

Proroga indirizzi Defr, via libera da Commissione

Disposto anche riconoscimento debiti fuori bilancio

La seconda Commissione "Affari generali" del Consiglio Valle ha espresso parere favorevole a maggioranza, con l'astensione dei gruppi Lega VdA e Pour l'Autonomie, sul disegno di legge di riconoscimento dei debiti fuori bilancio della Regione e sull'atto amministrativo di proroga per il triennio 2022-2024 della validità degli indirizzi contenuti nel Documento di Economia e Finanza regionale (Defr) 2021-2023.
    Il provvedimento legislativo - illustrato dall'assessore regionale alle finanze, Carlo Marzi - si compone di due articoli che "dispongono il riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio della Regione, derivanti da acquisizioni di beni e servizi in assenza del preventivo impegno di spesa per un importo complessivo di 343.549 euro" come spiega il Presidente della seconda Commissione, Antonino Malacrinò (Pcp) precisando che "gli importi più significativi riguardano in particolare servizi legati alla gestione della pandemia da Covid-19".
    "Il Defr relativo al triennio 2021-2023 - conclude Malacrinò - è stato approvato dal Consiglio regionale il 9 aprile scorso: gli indirizzi sono tuttora validi e sono ancora in corso di realizzazione da parte delle strutture regionali. Con la proroga si determina anche di avviare una ricognizione delle programmazioni dei lavori pubblici in vista della predisposizione del prossimo bilancio regionale al fine di dare copertura finanziaria agli interventi considerati prioritari nel triennio 2022-2024". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie