Fase 2: Adu, in terza legge criteri meno contorti

'Aiuti ridiano vigore al tessuto economico e sociale valdostano'

(ANSA) - AOSTA, 25 MAG - "Con la terza legge di aiuti si dovrà procedere, solo a giugno in grave ritardo, con un disegno più agile e significativo e con criteri meno contorti". Lo dichiara la consigliera regionale di Adu Daria Pulz, commentando la seduta di oggi del Consiglio Valle. "Bisognerà tornare a investire e anche procedere con l'erogazione di indennizzi in modo da non creare ulteriore debito, - aggiunge - affinché gli aiuti ridiano vigore al tessuto economico e sociale valdostano e garantiscano i livelli occupazionali, e anzi li migliorino".
    "Auspichiamo - prosegue Pulz - che il Consiglio tutto si impegni affinché l'ulteriore provvedimento rispecchi in modo più accurato le esigenze economiche e lavorative delle categorie più esposte, anche in previsione dell'imminente difficile stagione turistica, nella prospettiva di raccogliere le sfide di un possibile e necessario rilancio di tutte le criticità produttive, sociali e culturali, in una situazione ancora incerta dal punto di vista sanitario". Secondo l'esponente di Adu non si deve dimenticare "la promessa del 'nessuno escluso', ovvero le categorie più deboli finora di fatto perlopiù escluse dai provvedimenti e che richiedono una rinnovata attenzione da parte di questo Consiglio al fine di garantire un reddito di dignità e allontanare il disagio e il conflitto sociale".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie