Valle d'Aosta

'Ndrangheta: Geenna, difese annunciano ricorso Cassazione

(V. ''Ndrangheta: Geenna, 11 condanne...' delle 13.34)

(ANSA) - AOSTA, 19 LUG - Annunciano ricorso in Cassazione i difensori dei principali imputati del processo Geenna, condannati in appello con rito abbreviato. ''Le sentenze non si discutono si impugnano - commenta il difensore di Bruno Nirta, l'avvocato Luigi Tartaglino - certo è che la Corte ha ritenuto di confermare la sentenza di primo grado. Noi riteniamo che non ci siano elementi di prova tale da affermare la responsabilità penale del mio assistito, né per l'accusa di associazione mafiosa né tanto meno per quella che riguarda l'associazione per il traffico di droga. Per cui, una volta lette le motivazioni andremo in Cassazione''.
    Delusione anche per l'avvocato Anna Chiusano, che assiste Alex Roberto Di Donato. ''Siamo delusi, ora aspettiamo di leggere le motivazioni - commenta - poi valuteremo il ricorso in Cassazione. La Corte di fatto ha confermato la sentenza di primo grado, per noi, comunque non sussiste l'ipotizzata partecipazione all'associazione contestata al nostro assistito''.
    Anche il legale di Marco Fabrizio Di Donato, condannato a 9 anni, annuncia ricorso in Cassazione. ''Siamo fermamente convinti dell'estraneità ai fatti contestati - dice l'avvocato Demetrio La Cava -. Dopo la lettura delle motivazioni presenteremo ricorso in Cassazione''.

   Annunciano l'impugnazione della sentenza d'appello anche i difensori di Salvatore Filice, gli avvocati Gianfranco Sapia ed Elena Corgnier: "Continuiamo ad essere fermamente convinti dell'innocenza del nostro assistito. Aspettiamo di leggere le motivazioni della sentenza della Corte d'Appello ma proporremo senz'altro ricorso per Cassazione". (ANSA)
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie