Idroelettrico Valpelline, cinque assoluzioni in appello

Anche per ex sindaco Ollomont, attuale presidente Bim

La Corte d'Appello di Torino ha confermato le quattro assoluzioni nel processo per i lavori sull'acquedotto di Valpelline e di realizzazione degli impianti idroelettrici di Arpisson e Fouillou. I giudici hanno inoltre assolto un quinto imputato, Bruno Nex (62) di Doues, legale rappresentante della società committente (Ceab srl), che due anni fa, in primo grado ad Aosta, era stato condannato in abbreviato a un mese e dieci giorni di reclusione per falso ideologico.
    Assoluzione confermata quindi per l'ex sindaco di Ollomont Joel Creton, di 45 anni, attuale presidente del Bim, che era imputato in qualità di direttore lavori, Marco Magliano (31), di Aosta, socio di Bruno Nex, David Nex (41), di Doues, legale rappresentante della società che ha realizzato materialmente i lavori (Alpiscavi srl), Ermanno Riva Rivot (56), già vice-sindaco (2010-2013) e sindaco (2013-2015) di Valpelline.
    Tra le accuse mosse dalla procura c'era anche quella dell'acquedotto comunale 'deviato' a favore di una centrale idroelettrica privata.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie