Covid: Istat, in Vda più alto tasso mortalità d'Italia nel 2020

Decessi in calo a marzo e aprile 2021

Con 383 decessi per Covid su un totale di 1.849 morti, nel 2020 la Valle d'Aosta è stata la regione italiana con il più alto tasso di mortalità per coronavirus. Il dato emerge dal rapporto di Istat e Istituto superiore di Sanità 'Impatto dell'epidemia Covid-19 sulla mortalità totale della popolazione residente. Anno 2020 e gennaio-aprile 2021'. Seguono Lombardia, province di Trento e Bolzano e Piemonte.
    In Valle d'Aosta nel marzo 2021 sono stati registrati 133 decessi per ogni causa (-35,7% rispetto al marzo 2020) di cui sette per Covid; 160 ad aprile (-22%) di cui 32 per Covid.
    Più in generale, si legge nel rapporto, "il Nord è stata la ripartizione più interessata alla diffusione della pandemia: considerando tutto il 2020, il 60% dei casi e il 71% dei decessi si è concentrato in questa area geografica. Inoltre, la Regione Lombardia è stata quella che durante tutto l'anno ha riportato il maggior numeri di casi e conseguentemente di decessi Covid-19". Inoltre "il Centro e il Mezzogiorno registrano tassi di poco superiori agli anni precedenti".
    A livello provinciale "Bergamo si conferma essere la provincia con la più alta mortalità generale rispetto agli anni precedenti, seguita da Cremona, Lodi e Piacenza. Nel Centro, la provincia con il più alto tasso di mortalità rispetto al periodo di riferimento 2015-2019 è stata Pesaro Urbino, mentre al Mezzogiorno la più colpita è stata Foggia. In linea con i valori regionali, Roma ha avuto nel 2020 un tasso di mortalità generale significativamente inferiore al 2015-2019".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie