Valle d'Aosta

Intervento 'sospetto' al Parini, indagini su liste d'attesa

Riguarda operazione ad aprile a padre capogruppo Lega Vda

Si concentra sulle modalità con cui sono state compilate le liste di attesa per gli interventi chirurgici all'ospedale Parini l'inchiesta della Digos di Aosta sull'operazione a cui è stato sottoposto nell'aprile scorso il padre di Andrea Manfrin, capogruppo della Lega Vda in Consiglio Valle. In dettaglio gli investigatori vogliono accertare se siano o meno stati 'scavalcati' altri pazienti in lista d'attesa.
    In quel periodo, infatti, l'Usl della Valle d'Aosta aveva sospeso l'attività ordinaria nelle sale operatorie, limitandola alle urgenze. Molte operazioni sono quindi state rinviate. Man mano che i reparti Covid si sono svuotati e i medici sono tornati a disposizione, le sale operatorie sono state riaperte e di conseguenza è ripresa l'attività chirurgica. L'intervento oggetto delle indagini era previsto alcune settimane prima ed era stato inizialmente sospeso, per poi essere effettuato insieme ad altre operazioni ritenute urgenti. L'inchiesta è coordinata dal pm Luca Ceccanti.

Il capogruppo della Lega Vda, Andrea Manfrin, secondo quanto si è appreso risulta estraneo ai fatti su cui sta indagando la procura, così come il padre, che ha 78 anni. Gli inquirenti stanno cercando di capire quali siano le motivazioni che hanno portato la sanità pubblica ad inserire il paziente nella lista per l'intervento chirurgico: le ipotesi investigative vanno dall'errore all'eccesso di zelo nei confronti del genitore di un politico.  
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie