COVID, il punto in Valle d'Aosta

Registrata la più alta incidenza dei casi negli ultimi 7 giorni

(ANSA) - AOSTA, 14 MAG - In un'Italia ormai tutta gialla la Valle d'Aosta rimane l'unica regione in fascia arancione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firma oggi una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 17 maggio.
    E' stata la più elevata d'Italia l'incidenza di casi Covid in Valle d'Aosta negli ultimi sette giorni (dal 7 al 13 maggio): 156 ogni 100 mila abitanti (la media nazionale è di 96) con una positività al tampone del 4,7% (3% la media italiana). I dati emergono dalle tabelle diffuse dall'Istituto superiore di sanità. Dal confronto tra gli ultimi due monitoraggi settimanali (26 aprile-2 maggio e 3-9 maggio) Ministero della Salute-Iss, emerge che nella regione alpina sono calati casi di Covid (da 289 a 195), ma è lievemente risalito l'indice di contagio Rt (da 0,93 a 0,98).
    Come nel resto d'Italia, anche in Valle d'Aosta l'indice Rt è compatibile con uno scenario di tipo 1, una 'Situazione di trasmissione localizzata (focolai) sostanzialmente invariata rispetto al periodo luglio-agosto 2020', il meno complesso tra i quattro previsti dal ministero della Salute.
    Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 43 nuovi casi positivi al Covid-19 su 178 persone sottoposte a tampone. Non ci sono stati decessi (il totale delle vittime dall'inizio della pandemia è 466). Ma il numero di contagiati riprende a crescere: oggi sono 516, 13 in più di ieri. E anche quello dei ricoverati all'ospedale Parini di Aosta: sono attualmente 31 (4 in più di ieri) di cui sei in terapia intensiva. I guariti sono 30.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie