Covid: Rini, Vda in zona rossa? misure non funzionano

'Chi gestisce emergenza spieghi perché'

"A nemmeno una settimana dall'ingresso in zona arancione, per la Valle d'Aosta, numeri alla mano, si torna già a parlare di ritorno in zona rossa! A questo punto è evidente che qualcosa nelle misure di contenimento della diffusione del COVID-19 sul territorio non ha funzionato e non sta funzionando, poiché è difficilmente spiegabile come si possa essere ancora in questa situazione dopo un mese di zona rossa, con i confini regionali peraltro off-limits ai proprietari di seconde case, nella convinzione di qualcuno, evidentemente, che fossero i villeggianti la vera fonte dei contagi". E' quanto dichiara Emily Rini, a nome del coordinamento di Forza Italia Valle d'Aosta.
    "Così invece non è stato e non è,- prosegue Rini - dunque chi ha responsabilità nella gestione locale dell'emergenza, batta un colpo e provi a spiegare all'intera comunità come mai, nonostante i notevoli sacrifici a cui siamo stati finora chiamati, nell'aggiornamento settimanale, la Valle d'Aosta risulti ormai l'unica regione italiana rimasta nella maggiore fascia di rischio".
    Secondo la coordinatrice di Forza Italia "anziché preoccuparsi di cosa fanno gli altri, occorrerebbe che ognuno si preoccupasse prima di tutto di cosa non sta facendo o sta facendo male. O anche questa volta si proveranno a scaricare le responsabilità su Roma, brutta e cattiva?". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie