Covid: Iss, scenario Valle d'Aosta cala a tipo 2

Diminuisce rischio saturazione ospedale a 30 giorni

Passa a uno scenario di tipo 2 ('Situazione di trasmissibilità sostenuta e diffusa ma gestibile dal sistema sanitario nel breve-medio periodo') su una scala crescente da uno a quattro la situazione epidemiologica per il contagio da Covid-19 in Valle d'Aosta. E' quanto emerge dal monitoraggio regionale del ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità riferito alla settimana 5-11 aprile. Nei sette giorni precedenti lo scenario era di tipo 3 ('Situazione di trasmissibilità sostenuta e diffusa con rischi di tenuta del sistema sanitario nel medio periodo'). Le altre regioni italiane sono compatibili con uno scenario 1, tranne Sicilia (tipo 2) e Sardegna (tipo 3).
    Per la regione alpina si attenua inoltre la classificazione complessiva del rischio, che passa da 'alta' a 'moderata alta probabilità di progressione'. L'indice Rt puntuale scende a 1,26 (era 1,39) e il numero di nuovi casi segnalati nella settimana cala da 541 a 357.
    Si fanno meno fosche anche le proiezioni a 30 giorni sull'ospedale. In questo arco di tempo è maggiore del 50% la probabilità di esaurire il 45% dei posti letto attivabili in area ordinaria (in terapia intensiva il valore sale al 55%) mentre è compresa tra il 5% e il 50% la probabilità di occuparli tutti. Nel precedente monitoraggio settimanale era invece superiore al 50% la probabilità di arrivare all'utilizzo del totale dei posti letto.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie