Legge aperture Vda, udienza Consulta nel pomeriggio

Avvocato Stato non chiede rinvio

   Gli avvocati dello Stato non hanno chiesto alcun rinvio e quindi si discuterà nel pomeriggio, intono alle 17, l'udienza pubblica davanti alla Corte costituzionale sul ricorso del presidente del Consiglio dei ministri per chiedere l'annullamento della legge regionale della Valle d'Aosta sulle aperture, conosciuta come 'anti-Dpcm', e sospesa dagli stessi giudici lo scorso 15 gennaio.
    Il 19 gennaio scorso l'allora ministro agli Affari regionali, Francesco Boccia, aveva annunciato il possibile ritiro dell'impugnativa da parte del Consiglio dei ministri presieduto da Giuseppe Conte. Poi però nulla è stato deliberato in tal senso, nemmeno dal nuovo governo Draghi.
    La norma impugnata e sospesa consentirebbe al presidente della Regione Valle d'Aosta (rappresentata in udienza dall'avvocato Francesco Saverio Marini) di regolare autonomamente, in deroga ai decreti nazionali anti-Covid, l'apertura, tra l'altro, di negozi, bar e ristoranti, la pratica sportiva e la libertà di movimento. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie