Furti: colpi in casa in Vda, due misure cautelari

Venivano da torinese, individuati con segnalazione auto sospette

(ANSA) - AOSTA, 17 OTT - Due persone sono state sottoposte all'obbligo di dimora nel loro comune, in provincia di Torino, nell'ambito di un'indagine su una serie di furti in alloggio messi in atto tra il giugno e il luglio scorsi in Valle d'Aosta.
    L'ordinanza del gip di Aosta è stata emessa nell'ambito di un'indagine della procura, condotta dalla squadra mobile.
    Entrambi di etnia sinti, fa sapere la questura di Aosta, i presunti ladri approfittavano dell'assenza dei proprietari delle abitazioni. Oppure dichiaravano di essere operatori di società di gestione dell'acqua o del gas e (sostenendo di dover effettuare controlli alle tubature per la possibile presenza di mercurio) riuscivano a convincere le vittime a lasciarli entrare in casa. Una volta entrati, in pochi minuti si appropriavano di tutto l'oro e i gioielli che riuscivano a trovare.
    Alcuni cittadini sono riusciti a notare due auto sospette vicino alle abitazioni colpite dai furti e, grazie anche alla descrizione di un altro veicolo fornita dai poliziotti delle Volanti intervenuti per il sopralluogo successivo al furto, i due sono stati individuati. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie