Covid-19, il punto in Valle d'Aosta

In ultime 24 ore altri 33 casi positivi,molti arrivano da scuole

(La Valle d'Aosta è la regione con la più alta percentuale di positivi al coronavirus in rapporto ai casi testati. E' quanto rivela l'analisi Gimbe sul numero di tamponi e sulle limitate capacità di "testing & tracing" dei Servizi sanitari regionali: i casi testati nella regione alpina per 100.000 abitanti (12 agosto-11 ottobre) sono stati 4.128, sotto la media italiana (5.360). Il rapporto positivi/casi testati (5-11 ottobre) è pari al 14% ed è ampiamente sopra alla media italiana (6,2%). Da segnalare che i laboratori accreditati per l'esecuzione dei tamponi molecolari sono passati da uno a 2.
    Continua la crescita di casi positivi in Valle d'Aosta: nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati altri 33, che portano il totale dei contagiati a 258. I ricoverati salgono a 14 (tre in terapia intensiva) mentre gli altri 244 sono in isolamento domiciliare. Tra i "positivi" ben 47 provengono dal mondo della scuola (35 studenti e 12 docenti), in cui ci sono anche 614 alunni e 134 insegnanti in "quarantena".
    All'ospedale Parini di Aosta per fronteggiare l'emergenza Coronavirus è stato dato il via alla 'fase 1' (livello giallo) del piano operativo. "Abbiamo dato corso al trasferimento dei pazienti di Neurologia in Chirurgia vascolare, per creare il reparto Covid-1 in aggiunta al Covid-0", spiega il commissario dell'Usl valdostana, Angelo Pescarmona. Essendo stata superata la quota di sette pazienti a fronte di 15 posti disponibili nel reparto Covid malattie infettive, non sarebbe infatti più stato possibile garantire il 60% di letti liberi previsti dalla normativa ministeriale per prevenire possibili picchi di ricoveri. I posti letto complessivi nei due reparti sono ora 32.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie