Elezioni: 103.000 valdostani alle urne per election day

Il 20 e 21 settembre si vota referendum, regionali e comunali

Sono circa 103.000 i valdostani chiamati alle urne il 20 e 21 settembre per l'election day: si voterà per il Referendum costituzionale, per il rinnovo del Consiglio regionale e per il rinnovo dei consigli di 66 Comuni tra cui Aosta. "Questa tornata ha delle caratteristiche diverse rispetto al passato - ha spiegato Stefania Fanizzi, segretario generale della Regione Valle d'Aosta - a partire dall'election day per arrivare alle misure anti Covid. La priorità è garantire la sicurezza, diritto al voto ma anche diritto alla salute. Un protocollo sanitario introduce delle norme per prevenire la diffusione del Coronavirus".
    Tra queste c'è l'obbligo di indossare la mascherina, di evitare assembramenti e di utilizzare gel igienizzanti. Nei seggi sono previsti accessi e percorsi differenziati. Ogni elettore dovrà imbucare personalmente le schede nelle urne. Non è prevista la misurazione della temperatura corporea (sopra i 37,5 gradi non ci si deve recare al seggio). Tutti gli edifici dove si vota saranno igienizzati prima, durante e dopo le operazioni di voto e di scrutinio. I contagiati da Covid possono votare a domicilio facendo richiesta al sindaco.
    Gli scrutini si svolgeranno lunedì (direttamente nei seggi) per il Referendum, martedì (negli otto poli sul territorio) per le Regionali e mercoledì per le Comunali. Per quanto riguarda le modalità di voto per le Regionali è prevista la preferenza unica mentre per le Comunali è possibile esprimere fino a tre preferenze. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie