Valle d'Aosta

Fase 3: sindacati, ddl sbilanciato a favore imprese

"Preoccupante assenza attenzione verso fasce più deboli"

"Si ravvisa uno sbilanciamento a favore delle imprese. Collegato a questo, la principale perplessità che si è evidenziata, praticamente in ogni settore, è collegata al fatto che, in maniera parallela per ogni aiuto pubblico a favore delle realtà imprenditoriali, non viene reso obbligatorio l'impegno di coloro che ricevono questi interventi di garantire il mantenimento occupazionale, con blocco dei licenziamenti e chiusura della Cassa Integrazione". E' quanto scrivono in una nota i sindacati Cgil, Cisl e Uil che si sono riuniti per analizzare la bozza del disegno di legge che contiene la terza tranche di aiuti per garantire risorse alla ripresa economica dopo l'emergenza epidemiologica da Covid-19.
    "Nel documento in bozza - scrivono Vilma Gaillard (Cgil), Jean Dondeynaz (Cisl) e Ramira Bizzotto (Uil) - si evidenzia inoltre la preoccupante assenza di attenzione verso le fasce più deboli, ignorando le criticità collegate alla morosità involontaria, riguardo la quale è indispensabile prevedere delle risorse, altrimenti altissimi saranno i rischi a livello sociale. Come proposta si potrebbe pensare di pensare ad un sistema in grado di prevedere una scossa pianificando risorse per investire sul territorio con temi di interesse pensando a un progetto che vada ad abbattere il costo del lavoro, con una fiscalità di vantaggio".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie