Violenza sessuale su minore, 5 anni all'amico di famiglia

Accusa, "aostano usava coltello con giovane legato al letto"

(ANSA) - AOSTA, 22 MAG - Il gup del tribunale di Aosta Luca Fadda ha condannato a cinque anni di reclusione un aostano di 56 anni(S.F.) accusato di violenza sessuale aggravata ai danni di un minore, di cui era amico di famiglia.
    Due gli episodi contestati dal pm Carlo Introvigne. Il primo nel maggio 2016: il giovane, ospite nella casa di Aosta dell'uomo, in base alle indagini aveva dormito nella sua stessa stanza ed era stato stoccato nelle parti intime.
    Il secondo nel gennaio 2017, quando il cinquantenne aveva "attirato con una scusa" il giovane nella sua casa di Carmagnola. Qui lo aveva legato "mani e piedi ad una spalliera, gli passava i fianchi di un coltello sopra il petto, lo denudava" e nuovamente gli toccava le parti intime. Quindi aveva chiesto alla vittima di compiere gli stessi gesti nei suoi confronti ma il giovane si era rifiutato ed era scappato.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie