Coronavirus: ordine avvocati contro pubblicità sui social

"Squallido tentativo accaparrarsi clientela durante emergenza"

   Il Consiglio dell'ordine degli avvocati di Aosta "condanna con il massimo vigore" i "video e messaggi di avvocati" che, ad oggi solo fuori dalla Valle d'Aosta, "negli ultimi giorni sono comparsi sui social media" e che, "approfittando dell'emergenza Covid 19, pubblicizzano particolari competenze dei propri studi, capacità di operare e di garantire i regolari standard di efficienza".
    Si tratta di uno "squallido tentativo di recuperare clientela e cercare visibilità attraverso i social media, approfittano del particolare e drammatico momento emergenziale". In questo senso, i legali aostani fanno sapere che "nessuna condotta illecita resterà priva di denuncia e conseguente trasmissione degli atti al competente Consiglio distrettuale di disciplina, e che con lo stesso rigore saranno valutati i casi passibili di denuncia nei confronti dell'Autorità garante della concorrenza".
    In particolare, "in alcuni casi" avvocati "si sono spinti ad offrire le proprie prestazioni per 'contrastare l'emergenza' e persino a sollecitare da parte dei familiari delle vittime azioni risarcitorie contro ospedali, medici ed infermieri, ossia proprio coloro che in questo momento mettono a repentaglio la propria vita per salvare la nostra" mentre in altri "si rendono disponibili ad assistere gratuitamente i sanitari per ogni possibile conseguenza legale che dovessero subire o per ogni possibile problema giuridico". Inoltre "importanti gruppi assicurativi, hanno offerto assistenza legale gratuita, attraverso i propri legali interni o fiduciari". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie