Valle d'Aosta

Corruzione in Vda, chiesta inutilizzabilità intercettazioni

Eccezioni difese anche su due testimonianze

Il gup del tribunale di Aosta Paolo De Paola ha rinviato al 20 febbraio prossimo l'udienza preliminare su un presunto giro di corruzione in Valle d'Aosta riguardante partecipate regionali e che coinvolge anche Augusto Rollandin, Gabriele Accornero e Gerardo Cuomo. Avrà quindi circa 60 giorni il pm Luca Ceccanti per analizzare la documentazione depositata dalle difese nei giorni scorsi. 

Hanno chiesto l'inutilizzabilità delle intercettazioni telefoniche disposte nell'ambito di un procedimento della Dda di Torino alcune difese dei sette imputati nell'udienza preliminare su un presunto giro di corruzione in Valle d'Aosta riguardante partecipate regionali e che coinvolge anche Augusto Rollandin, Gabriele Accornero e Gerardo Cuomo.

Altre due eccezioni riguardano le sommarie informazioni rese da due persone sentite come testimoni e che secondo le difese avrebbero dovuto essere ascoltate come indagati: il Rup del Forte di Bard e un artigiano.

Il pm Luca Ceccanti ha chiesto inoltre un termine per esaminare la documentazione difensiva depositata nei giorni scorsi. La difesa di Accornero (avvocato Corrado Bellora) ha depositato circa 120 documenti, prodotto due consulenze tecniche e raccolto le testimonianze di 22 persone. 

Il giudice si e' inoltre riservato la decisione sulle eccezioni presentate dalle difese su intercettazioni e testimonianze.

La Regione Valle d'Aosta al momento non ha chiesto di costituirsi parte civile e non ha mai interloquito con la procura nella sua qualità di persona offesa. Nel caso di richiesta di rito abbreviato, il gup ha già predisposto un calendario delle udienze successive a quella del 20 febbraio: 28 febbraio e 13, 14, 20, 21, 27, 28 marzo (quando sarebbe attesa la sentenza).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie