Valle d'Aosta

Morta su A5: pm,a processo dirigenti Sav

Per omicidio colposo. 'Nessun intervento contro gelicidio'

(ANSA) - AOSTA, 09 NOV - Nell'ambito dell'inchiesta per omicidio colposo sull'incidente stradale costato la vita, la notte dello scorso Capodanno, a Federica Banfi, diciannovenne di Canegrate (Milano), la procura di Aosta ha chiesto il rinvio a giudizio di due dirigenti della Società autostrade valdostane (Sav), che gestisce l'A5 tra Aosta e Quincinetto (Torino). La ragazza, in vacanza in Valle con gli oratori di Canegrate e San Giorgio su Legnano, era a bordo di un minivan che, dopo essersi intraversato, era stato colpito sulla fiancata da un pullman che sopraggiungeva all'altezza di Chatillon (Aosta). A causare l'incidente, in base alle indagini del pm Carlo Introvigne, era stato il gelicidio. I due dirigenti sono accusati di non aver organizzato un efficace servizio di manutenzione: l'autostrada non era stata chiusa e il mezzo spargisale era arrivato sul posto solo dieci minuti dopo l'incidente, rispettando il percorso previsto dalla procedura operativa per la gestione della viabilità invernale adottata dagli indagati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie