I leader mondiali si congratulano con Biden

Da Mattarella e Conte a Merkel e Macron, ecco cosa hanno detto

Redazione ANSA ROMA

La vittoria di Joe Biden e Kamala Harris alle presidenziali Usa era stata annunciata da poco e già arrivavano, in particolare su Twitter, i messaggi di congratulazioni - e gli auspici - di molti leader internazionali. Eccone alcuni.

* SERGIO MATTARELLA, presidente della Repubblica, in un messaggio inviato direttamente a Joe Biden: "Desidero esprimerLe, a nome della Repubblica italiana e mio personale, i più calorosi rallegramenti per la Sua elezione alla Presidenza degli Stati Uniti d'America. Il popolo americano ha affidato a Lei, a seguito di un confronto che ha visto una straordinaria partecipazione, il mandato di guidare gli Stati Uniti in un momento drammaticamente complesso per l'intero pianeta. La comunità internazionale ha bisogno del contributo statunitense, a lungo protagonista nel costruire le regole del multilateralismo, per affrontare una crisi senza precedenti che sta mettendo a repentaglio la salute, la vita e l'avvenire di milioni di persone".

* GIUSEPPE CONTE, presidente del Consiglio: "Esprimo le mie vive congratulazioni al presidente eletto Joe Biden e alla vicepresidente Kamala Harris: non vediamo l'ora di lavorare fianco a fianco sulle grandi sfide dei nostri tempi".

* ANGELA MERKEL, cancelliera tedesca: "La nostra amicizia transatlantica è insostituibile se vogliamo superare le grandi sfide di questo tempo".

* EMMANUEL MACRON, presidente francese, si congratula con Joe Biden per l'elezione a presidente degli Stati Uniti e lancia un invito: "Lavoriamo insieme".

* URSULA VON DER LEYEN, presidente della Commissione Ue: "L'Ue e gli Usa sono amici e alleati, i nostri cittadini condividono i legami più profondi. Non vedo l'ora di lavorare con il presidente eletto Biden".

* BORIS JOHNSON, premier britannico: "Gli Usa sono il nostro più importante alleato e non vedo l'ora di lavorare insieme da vicino sulle nostre priorità comuni dal cambiamento climatico al commercio alla sicurezza".

* PEDRO SANCHEZ, premier spagnolo: "Vi auguriamo buona fortuna e tutto il meglio. Non vediamo l'ora di collaborare con voi per affrontare le sfide che ci attendono".

* JENS STOLTENBERG, segretario generale della Nato: "So che Joe Biden è un forte sostenitore della nostra Alleanza e non vedo l'ora di lavorare con lui. Una Nato forte è una buona cosa per il Nord America e l'Europa".

* YOSHIHIDE SUGA, primo ministro giapponese: Suga si è congratulato con Joe Biden e Kamala Harris ed ha auspicato di poter presto lavorare insieme "per rafforzare ulteriormente l'alleanza Usa-Giappone ed assicurare pace, libertà e prosperità nella regione indo-pacifica ed oltre", ha scritto su Twitter. 

* NICOLAS MADURO, presidente del Venezuela: "Mi congratulo con il popolo statunitense per le elezioni presidenziali. Nello stesso modo, mi congratulo il presidente eletto Joe Biden e la vicepresidente eletta Kamala Harris per la loro vittoria. Il Venezuela, patria del 'Libertador' Simon Bolivar, sempre sarà disposto al dialogo e all'intesa con il popolo e il governo degli Usa". 

* ANDRES LOPEZ OBRADOR, presidente messicano, ha detto che è troppo presto per congratularsi con Joe Biden, la cui vittoria su Donald Trump è stata annunciata dai media americani. "Aspetteremo fino a quando tutte le questioni legali saranno risolte. Non vogliamo essere sconsiderati", ha detto ai giornalisti.

* BENJAMIN NETANYAHU, presidente di Israele, si è congratulato con Joe Biden per la sua vittoria elettorale, definendo il presidente eletto degli Stati Uniti "un grande amico di Israele". "Non vedo l'ora di lavorare con entrambi per rafforzare ulteriormente la speciale alleanza tra Stati Uniti e Israele", ha scritto Netanyahu su Twitter, riferendosi a Biden e alla vicepresidente Kamala Harris.

* HAMAS Un appello al presidente eletto Joe Biden affinché inverta "la politica americana ingiusta verso il popolo palestinese" è stato lanciato dal leader di Hamas Ismail Haniyeh, secondo la agenzia Maan. Hamas imputa a Donald Trump di aver reso gli Stati Uniti '"complici dell'ingiustizia e della aggressione" verso i palestinesi e di aver così impedito agli Usa di mediare alcuna soluzione del conflitto. Hamas si attende che la nuova amministrazione receda dall' 'Accordo del secolo' di Trump, che annulli il riconoscimento di Gerusalemme quale capitale di Israele ed anche il trasferimento della sua ambasciata. 

* ABU MAZEN Abu Mazen si è congratulato con Joe Biden e Kamala Harris per la loro vittoria. Il presidente palestinese ha espresso - secondo la Wafa - "la sua aspirazione a lavorare con Biden e la sua amministrazione al fine di rafforzare le relazioni palestinesi-americane e per ottenere libertà, indipendenza, giustizia e dignità per il nostro popolo, nonché per lavorare per la pace, la stabilità e la sicurezza per tutti nella nostra regione e nel mondo".

*NICOLA ZINGARETTI "Goodmorning America! Con Joe Biden e Kamala Harris gli Usa e l'Italia con l'Europa possono aprire una stagione nuova per un mondo più giusto e umano, piu stabile e sicuro, più verde, più inclusivo e aperto, contro l'odio e le divisioni. Per uno sviluppo e un progresso sociale che crei lavoro e rispetti le persone". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Nicola Zingaretti. 

* HASSAN ROHANI L'elezione di Joe Biden a presidente degli Stati Uniti rappresenta "un'occasione" per Washington per correggere i propri "errori". Lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani.

* ROBERTO SPERANZA - L'auspicio è che con questa nuova stagione si possa rivedere la scelta di uscire dall'Oms. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Mezz'ora in più di Lucia Annunziata su Rai3 rispondendo a una domanda sulla posizione Usa che con Trump aveva annunciato l'uscita dall'Oms nel luglio del 2021. "Senza la prima potenza democratica sarebbe una Oms più debole". L'Oms "va riformata e rilanciata ma serve una Oms più forte".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie