Maurizio Dal Maso prosciolto dal gup

In procedimento affidamento diretto di un progetto sperimentale

(ANSA) - TERNI, 15 MAG - L'ex direttore generale del Santa Maria di Terni e attuale commissario straordinario della stessa struttura, Maurizio Dal Maso, è stato prosciolto oggi dal gup Simona Tordelli nell'ambito del procedimento aperto, con l'accusa di turbativa d'asta, per l'affidamento diretto di un progetto sperimentale di prevenzione delle infezioni ospedaliere risalente al 2017. Per il giudice "il fatto non sussiste".
    Prosciolti con la stessa formula anche l'ex direttore amministrativo del Santa Maria, Riccardo Brugnetta, e il responsabile degli affari generali, Andrea Lorenzoni, mentre per la responsabile degli appalti, Cinzia Angione, la procura di Terni aveva già chiesto l'archiviazione. A chiedere il proscioglimento dei tre imputati era stato in udienza lo stesso pubblico ministero Raffaele Iannella.
    In una nota dell'azienda Dal Maso esprime "grande soddisfazione per la sentenza di proscioglimento". "Con cui si riconosce - sottolinea - la correttezza con cui la direzione aziendale ha operato perseguendo la sicurezza e la qualità delle cure per i pazienti, nel pieno rispetto delle normative vigenti". Sempre a detta dell'azienda, il progetto di sperimentazione realizzato con un'azienda lombarda, la 3M Italia, in realtà ha permesso al Santa Maria di ridurre, durante e a seguito della sperimentazione stessa, di oltre il 20% le infezioni ospedaliere per i pazienti operati. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere