Umbria
  1. ANSA.it
  2. Umbria
  3. La Giunta informa
  4. Covid: Tesei, pronti a risposta ospedaliera e domiciliare

Covid: Tesei, pronti a risposta ospedaliera e domiciliare

"Non ci saranno Covid hospital" annuncia presidente Umbria

(ANSA) - PERUGIA, 11 GEN - "Noi dobbiamo essere pronti in termini di risposta ospedaliera e di cure domiciliari al picco di contagio, e quindi a quello di ricoveri, che gli statistici ci dicono potrebbe arrivare tra due-tre settimane": così la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, riferendo in Assemblea legislativa sulla pandemia.
    Ricordando poi che il Commissario Covid, in forza del decreto regionale del 31 dicembre, sta dando il via all'attuazione dello "scenario 5" della risposta ospedaliera, ha annunciato che "non ci saranno Covid hospital, non saranno chiusi i pronto soccorso e saranno solo gradatamente riconsiderate le attività chirurgiche non urgenti, come peraltro da circolare del ministero della salute".
    Tesei ha sottolineato poi "l'incognita" dell'effetto della riapertura delle scuole".
    "Con lo 'scenario 5' - ha spiegato Tesei - si prevede il coinvolgimento degli ospedali di Pantalla e Spoleto e il rafforzamento della vocazione Covid in tutte le strutture, portando così un totale complessivo a 294 posti, il 15% della rete disponibile".
    Per rispondere ulteriormente in sicurezza al picco di contagi e di ospedalizzazioni attesi nelle prossime settimane, la presidente umbra ha annunciato di avere dato l'input "per potenziare le attività delle Usca per le cure domiciliari", oltre a predisporre "lo scenario sei di risposta ospedaliera che dovrà assicurare circa 400 posti".
    Per far questo, ha concluso Tesei, "dobbiamo proteggere con protocolli rigidissimi il nostro personale sanitario che rischia di ammalarsi vista la diffusività di Omicron". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie