Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Umbria
  1. ANSA.it
  2. Umbria
  3. Allarme architetti sul Superbonus, "dove sono le istituzioni?"

Allarme architetti sul Superbonus, "dove sono le istituzioni?"

"Qui stiamo morendo per eccesso di crediti"

(ANSA) - PERUGIA, 13 GIU - "Appare evidente che le istituzioni (tutte) ci hanno abbandonato oppure, nella migliore delle ipotesi, sono distratte. Forse non si rendono conto che la situazione è talmente grave che, per fare un parallelo, c'è bisogno di soccorrere una persona che ha un malore ma nessuno si avvicina: ci troviamo davanti ad una vera e propria omissione di soccorso. Anzi sono tutti lì a guardarne l'agonia": lo afferma parole Paolo Moressoni, a nome del Consiglio dell'Ordine degli Architetti Ppc della provincia di Perugia, che torna sull'argomento del Superbonus 110%.
    "È noto - prosegue - che nei cassetti fiscali di imprese e professionisti sono in attesa di cessione oltre 5 miliardi di euro di crediti fiscali che le banche, a causa delle restrizioni operate sul tema dal Governo, non sono in grado di acquistare.
    Non solo, giacciono in valutazione all'interno dei portali delle società di consulenza incaricate dalle banche stesse di valutare la bontà degli interventi che si vogliono attivare, decine di migliaia di proposte. Sta di fatto che a fronte di questa situazione, in queste ore, stanno arrivando agli indirizzi dei richiedenti comunicazioni in cui gli istituti di credito non sono più disposti ad acquisire la cessione. Per questo, oltre al danno, ovvero aver già predisposto progetti, acquistato materiali, impegnato imprese, stipulato polizze, vi è la beffa che tutto finisce con un niente di fatto. Chi rimane con il cerino in mano?", principalmente "imprese, professionisti, fornitori ma anche semplici cittadini".
    "Il tema - sottolinea Moressoni - è che se non si disinnesca questa bomba l'intera filiera delle costruzioni italiana esploderà. E mentre le imprese più importanti possono beneficiare ancora di plafond concessi in precedenza dagli istituti, e la cessione da parte dei privati, fino a qualche ora fa, era ancora accettata, quella di noi professionisti è bloccata! Ovunque e da mesi!".
    "È doveroso evidenziare - sottolinea ancora - che molti istituti di credito si stanno allontanando anche dal finanziamento della Ricostruzione post sisma 2016 che anche in questo caso si basa sulla cessione del credito d'imposta delle banche". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie